Olio d’oliva stimola il senso della sazietà

di Fabiana Commenta

Le particolari sostanze aromatiche dell’olio d’oliva aumentano il senso di sazietà dopo il pasto

Se una recente ricerca aveva messo in evidenza che i cibi molli tendono a far ingrassare perché mal influenzano il senso della sazietà, ecco invece che arriva subito un altro studio che rivela il segreto per sentirsi sazi.

Pare infatti che l’olio d’oliva stimoli l’immediato senso della sazietà grazie all’esenale. Si tratterebbe di particolari molecole aromatiche che agiscono sull’organismo andando a rallentare l’assorbimento dello zucchero da parte del fegato e di conseguenza anche a rallentare l’abbassamento della glicemia.

Condotto dai ricercatori della Technische Universität di Monaco di Baviera (TUM) e dell’Università di Vienna, lo studio coordinato da Peter Schieberle e Veronika Somoza dimostra in pratica che l’olio d’oliva riesce a stimolare il senso di sazietà fra un pasto e l’altro.

I ricercatori hanno condotto il loro studio su un gruppo di volontari che sono stati invitati a mangiare uno yogurt magro ogni giorno oltre alla propria dieta quotidiana: oltre allo yogurt i ricercatori hanno chiesto ai volontari di aggiungere un prodotto a scelta fra l’olio di semi o l’olio d’oliva.

OLIO D’OLIVA PREVIENE IL DIABETE

Osservando poi le reazioni dei volontari è emerso chiaramente che chi associava lo yogurt all’olio di oliva si sentiva subito più sazio grazie ai livelli più alti di serotonina che circolava nel sangue e che aumentava proprio il senso di sazietà. Il senso di sazietà regalato dall’olio di oliva sarebbe dato proprio dall’esenale, una sostanza che se inserita all’interno dello yogurt stesso, offre poi lo stesso senso di sazietà.

Le stesse sostanze aromatiche, che in pratica caratterizzano l’olio d’oliva, simbolo e vanto della dieta mediterranea, rallentano l’assorbimento degli zuccheri e dunque aumentano il senso di sazietà facendo incamerare meno calorie all’individuo.

OLIO D’OLIVA PROPRIETA’

Una scoperta senza dubbio interessante che si aggiunge alle ottime qualità dell’olio d’oliva: attenzione però alla moderazione visto che l’olio d’oliva resta un condimento tanto sano quanto calorico. Di certo però la qualità dell’esenale potrebbero essere riutilizzate anche nello sviluppo di nuovi prodotti che regalano senso di sazietà.

Foto Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>