Nuova polemica contro i giocattoli nei fast food

di Luca Bruno Commenta

I giocattoli offerti nei fast food sarebbero un'operazione di marketing illegale e contro la salute dei bambini.

fast foodù

Il Center for Science in Public Interest, un gruppo statunitense per la difesa del consumatore nell’ambito dell’alimentazione ha annunciato in questi giorni la sua intenzione di intentare causa contro la celebre catena di fast food Mc Donald’s perchè questa offre ai suoi clienti prodotti accompagnati da giocattoli.

L’accusa dell’organizzazione non può essere più esplicita: l’utilizzo dei giocattoli per invogliare i bambini al consumo dei propri prodotti si prefigura come un’operazione di marketing ingannevole, e, secondo le leggi statunitensi per la protezione dei consumatori, sarebbe anche un’attività illegale.

McDonald’s, che di recente aveva introdotto una nuova tipologia di prodotti Happy Meal contenenti i personaggi di Shrek, ha contestato, in un comunicato stampa, l’annuncio dell’organizzazione di consumatori, affermando che l’ultima promozione è stata progettata per incoraggiare i bambini a mangiare più frutta, verdura, latticini a basso contenuto di grassi e succhi di frutta.

La CSPI ha ribadito che, al di là dell’impegno formale, nel 93% dei casi i bambini consumano ancora, durante i pasti, le patatine fritte, un alimento considerato poco salutare.

Fonte Los Angeles Times

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>