Come evitare la sindrome da rientro

di Fabiana Commenta

Nove regole per poter affrontare con serenità il ritorno alla quotidianità dopo le vacanze estive

stk27220lbs

Il massiccio controesodo dell’ultimo weekend ha quasi ufficialmente sancito la fine delle vacanze, ma come sempre sono molti gli italiani che accusano difficoltà quando al rientro in città si trovano a dover fare i conti con il ritorno alla quotidianità.

Il rischio è quello di essere vittima dei cosiddetto stress da rientro che presenta una serie di sintomi facilmente identificabili, dal malessere generale all’astenia, dalla stanchezza all’irritabilità fino ai disturbi del sonno. Un recente studio condotto dall’Osservatorio San Pellegrino ha messo in evidenza che per 7 italiani su 10 il ritorno in città scatena preoccupazione e ansia. 

E si parla di di una vera e propria sindrome da rientro che può essere collegata al ritorno alla propria attività lavorativa o scolastica.

Il 47% degli italiani è stressato per il ritorno al lavoro, il 32% accusa lo stress alla sola idea di tornare alla vita da pendolare, mentre per il 21% degli intervistati è stressante pensare alla sveglia del mattino.

Puntuale come ogni anno arriva il vademecum degli esperti per poter affrontare meglio il ritorno agli impegni quotidiani: poche semplici regole per poter allontanare lo stress e riprendere la vita di tutti i giorni senza lasciarsi trasportare dalla nostalgia delle vacanze finite.

 STRESS DA RIENTRO

Secondo gli esperti le regole da seguire sono sostanzialmente tre, associando una sana alimentazione a una buona idratazione e al corretto approccio psicofisico. 

Luca Piretta, nutrizionista e gastroenterologo, specialista in Scienza della Nutrizione Umana all’Università La Sapienza di Roma, spiega che si tratta di sintomi di tipo psicologico e di tipo fisico indotti anche da deficit nutrizionali e da disidratazione.

Ecco perché è necessario prestate attenzione all’alimentazione curando la prima colazione e assumendo acque ricche di sali minerali in grado di reintegrare i sali persi con le alte temperature.

Direttamente dagli esperti, ecco i nove consigli da seguire.

 

Prima di tornare a casa è ben trascorrere in totale relax gli ultimi giorni di vacanza.

Il riposo è importante: dormire sempre le ore necessarie. 

È sempre consigliabile svolgere il più possibile le attività all’aperto che aumentano la produzione di endorfine che migliorano il torno dell’umore.

Gli impegni vanno ripresi gradualmente.

Consigliabile seguire orari regolari per cinque pasti al giorno. 

Importante mantenere una buona idratazione con acque ricche di sali minerali. 

Assumer buone quantità di frutta e verdura anche al rientro.

Diminuire le calorie se siete tornati in sovrappeso.

Bandite l’alcol per almeno un mese.

 

 

Foto Thinkstock

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>