Scoperta proteina della loquacità femminile

di Fabiana Commenta

La proteina della lingua determina la maggiore loquacità delle donne rispetto agli uomini

Le donne parlano molto di più degli uomini? Non è certo una leggenda, ma un vero e proprio dato di fatto e se gli uomini fino a questo momento si sono chiesti il perché le donne che li circondano non riescono proprio a smettere di parlare adesso potranno anche capire il perché.

La tendenza del gentil sesso alla chiacchiera, o per meglio dire la loquacità, non sarebbe una particolare peculiarità del carattere di alcune donne, ma una caratteristica prettamente femminile determinata addirittura da una proteina.

Insomma le donne chiacchierano di più rispetto agli uomini a causa della Foxp2, una proteina che si trova nel cervello e che è stata simpaticamente ribattezzata (chissà perché) la proteina della lingua.

 

A fornire una spiegazione tutta scientifica della loquacità femminile, ci ha pensato uno studio condotto dai ricercatori dell’Università del Maryland, pubblicato sul Journal of Neuroscience. Secondo i ricercatori la proteina della lingua sarebbe nettamente più elevata nelle donne con la diretta conseguenza di influenzare anche il linguaggio: è per questo che le donne arrivano a dire in media circa 20mila parole in un giorno, ben 13mila in più rispetto agli uomini.

Una bella differenza di quantità che i ricercatori hanno osservato all’inizio grazie a uno studio effettuato sui topi. In questo caso però i parametri erano totalmente opposti visto che erano i topi maschi, decisamente più loquaci, a rivelare la presenza più elevata di proteina della lingua rispetto alle femmine. E se negli esseri umani i valori sono palesemente invertiti, i ricercatori non hanno dubbi: è proprio la proteina della lingua che permette alle donne di risultare per natura decisamente più chiacchierone rispetto agli uomini.

Le donne in effetti risultano essere il sesso decisamente più comunicativo e forse da questo momento in poi gli uomini dovranno  farsene una ragione e capire che questa squisita peculiarità dell’universo femminile deriva proprio dal fatto di essere donne…

Foto Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>