Ridurre il rischio di ictus mangiando agrumi

di Vito Verna Commenta

Le donne, stando alle ultime ricerche sull'argomento, avrebbero nei frutti ricchi di vitamina C un validissimo alleato per la prevenzione degli ictus.

Un team di ricercatori della Facoltà di Medicina dell’Università dell’Anglia Orientale (regione geografica dell’Inghilterra orientale), sarebbero riuscito a dimostrare, nell’ambito di un più vasto ed importante progetto di ricerca sulle proprietà benefiche dei flavonoidi, una classe di polifenoli presenti in un gran numero di frutti ed ortaggi, l’utilità dei flavonoidi presenti negli agrumi, in particolare modo nelle arance e nei pompelmi, nella prevenzione delle più svariate forme di  ictus.

SCOVATO IL GENE RESPONSABILE DEGLI ICTUS

Sebbene, infatti, ogni flavonoide presente in natura abbia indiscusse proprietà benefiche, tra le quali potremmo annoverare la capacità di migliorare le funzionalità del sistema cardiocircolatorio piuttosto che ridurre le possibili infiammazioni presenti all’interno del corpo umano, solamente quelli presenti nei frutti oltremodo ricchi di vitamina C, quali, per l’appunto, l’arancia ed il pompelmo, sarebbero in grado di ridurre le probabilità di subire un’ictus.

CURARE L’ICTUS CON LA STIMOLAZIONE MAGNETICA TRANSCRANICA

L’effetto però, avrebbe affermato il principale autore della ricerca sui flavonoidi Aedin Cassidy, si manifesterebbe solamente sugli individui di sesso femminile, essendo la popolazione maschile immune a questa particolare caratteristica dei flavonoidi presenti nei frutti ricchi di vitamina C.

PREVENIRE L’ICTUS GRAZIE ALL’ASSUNZIONE DI MAGNESIO

Lo studio, pubblicato sulle colonne dell’organo di informazione ufficiale dell’American Heart Association, ovverosia la rivista scientifica Stroke: Journal of the American Heart Association, avrebbe coinvolto, nell’arco di 14 anni, ben 70.000 donne statunitensi il cui compito sarebbe stato quello di rispondere ad alcuni specifici questionari circa le proprie abitudini alimentari nonché il proprio generale stato di salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>