I fiori fanno bene ai pazienti in ospedale

di Luca Bruno

Un recente studio di due ricercatori dell'Imperial College di Londra condensa quelli che in passato sono stati gli argomenti chiave che avrebbero portato al bando dei fiori nelle camere dei degenti in ospedale.

fiori

I fiori sono sempre stati associati al dono ed alle manifestazioni d’affetto, ed anche per i malati ed i pazienti il fiore ha sempre simboleggiato l’augurio di guarigione e la vicinanza affettiva di parenti ed amici. Tuttavia, nel corso della storia degli ospedali i fiori sono stati guardati talvolta con diffidenza, ed attualmente in alcuni ospedali è vietato portarli nelle camere dei pazienti.
Un recente studio di due ricercatori dell’Imperial College di Londra condensa, e confuta, quelli che in passato sono stati gli argomenti chiave che avrebbero portato al bando dei fiori nelle camere dei degenti in ospedale.

Nel 1973 uno studio riportava che l’acqua dei fiori poteva essere un ricettacolo di batteri e germi presenti in quantità significativamente elevata, mentre agli inizi del ‘900 i fiori venivano rimossi alla notte da vicino al letto del malato perchè si pensava che il consumo di ossigeno di questi potesse in qualche modo sottrarlo alle necessità del paziente.

Ancora recentemente in alcuni reparti ospedalieri i fiori vengono banditi per tema che pollini ed altro pulviscolo generato da questi possa danneggiare le sofisticate apparecchiature scientifiche.

Dubbi interessanti ma che lo studio contribuisce a demolire per intero. Per esempio l’idea che l’acqua dei fiori possa essere dannosa perchè ricca di germi, sebbene sia effettivamente vero, non è mai stata individuata come causa di alcuna patologia contratta durante il soggiorno in ospedale.

Anche il fatto che i fiori sottraessero ossigeno al paziente è un mito che è stato sfatato da studi che hanno mostrato come l’impatto dei fiori sulla composizione dell’aria nei reparti ospedalieri era del tutto trascurabile.
Per quanto riguarda i danni alle apparecchiature mediche, l’obiezione è stata che allora anche cibi e bevande potrebbero avere la stessa influenza.

Al contrario invece, altri studi hanno verificato che i fiori hanno effetti benefici immediati ed a lungo termine sulla salute del paziente, perchè contribuiscono a migliorare le reazioni emotive, l’umore ed i comportamenti sociali delle persone, componenti che sono, soprattutto durante il periodo di guarigione, decisamente importanti.

Uno studio recente ha poi rilevato che i pazienti degenti in una camera di ospedale con piante e fiori avevano meno necessità di analgesici in fase post operatoria, avevano una ridotta pressione arteriosa sistolica e frequenza cardiaca più regolare e risultavano avere minori livelli di ansia, stanchezza ed anche dolore, rispetto a pazienti di un gruppo di controllo degenti in camere prive di fiori e piante.

Commenti (2)

  1. Youre so cool! I dont suppose Ive learn something like this before. So good to seek out someone with some unique ideas on this subject. realy thank you for beginning this up. this web site is one thing that’s needed on the internet, someone with a bit originality. useful job for bringing one thing new to the internet!

  2. I was very pleased to search out this internet-site.I wished to thanks on your time for this excellent learn!! I definitely enjoying each little little bit of it and I’ve you bookmarked to take a look at new stuff you blog post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>