Sintomi disturbo ossessivo compulsivo

di Luca Bruno

Disturbo Ossessivo Compulsivo è il nome che viene dato a questa particolare condizione che occorre quando il cervello sembra come bloccarsi su un particolare pensiero.

ansia2

Preoccupazioni, dubbi e credenze superstiziose sono comuni nella vita quotidiana di tutti, il problema è quando diventano vere e proprie ossessioni che impediscono di poter pensare e fare altro se non gesti ripetitivi ed ossessivi. Disturbo Ossessivo Compulsivo è il nome che viene dato a questa particolare condizione che occorre quando il cervello sembra come bloccarsi su un particolare pensiero. E’ una vera e propria malattia, causata dal fatto che il cervello soffre problemi di elaborazione delle informazioni. Si pensa che a livello biologico si tratti di un mal funzionamento nella distribuzione della serotonina nei neuroni.
Prima dell’arrivo di farmaci moderni e delle terapie cognitivo-comportamentali, il disturbo ossessivo compulsivo era considerato un male incurabile mentre oggi lo si può combattere e vincere con successo.

Perchè venga diagnosticato, occorre che i sintomi del disturbo presentino sia l’aspetto ossessivo che quello compulsivo, sebbene in qualche caso la persona affetta dal disturbo può presentarne alternativamente uno o l’altro.

Le ossessioni più comuni sono:
* timore dello sporco e della contaminazione con germi e microbi.
* Immaginare di danneggiare in qualche modo se o gli altri
* Aver paura di perdere il controllo
* Impulsi sessuali intrusivi ed urgenti
* Eccessivi dubbi di carattere religioso o morale

Mentre i comportamenti compulsivi più frequenti sono gli atteggiamenti ripetitivi, per esempio lavare e pulire dove è stato appena fatto, ripetere gli stessi gesti, verificare e ricontrollare ripetutamente, contare e ricontare.

Il disturbo ossessivo compulsivo si può verificare in persone di ogni età e sesso. Non sempre i sintomi rivelano la presenza della malattia, perchè certe ritualità e certi comportamenti fanno parte della vita quotidiana di ognuno. E’ solo quando questi diventano persistenti, e sono in grado di causare problemi relazionali, disagio e disturbano l’andamento della vita quotidiana allora essi possono avere bisogno di una cura medica.

I sintomi del disturbo sono tormentosi, prendono molto tempo alla persona colpita, interferiscono significativamente nel lavoro, nella vita sociale e nel rapporto con gli altri.

La maggior parte degli individui colpiti dal disturbo ossessivo compulsivo si rendono conto che le loro ossessioni sono frutto del lavoro della mente, e che non si tratta di giustificate, anche se eccessive, preoccupazioni per problemi reali.

Quando qualcuno con il disturbo non riconosce che azioni e preoccupazioni sono eccessive ed irragionevoli, si parla di disturbo ossessivo compulsivo con scarso insight.

I sintomi hanno una manifestazione altalenante, insorgere e scomparire, rimanere come una sorta di rumore di fondo oppure produrre un disagio molto grave.

Statisticamente il disturbo tende ad essere sottostimato e poco considerato, perchè sovente le persone colpite sono molto reticenti a parlarne e ad individuare il malessere, gli operatori sanitari a loro volta non sempre sono in grado di diagnosticarlo e non sanno fornire cure appropriate.

Una diagnosi precoce ed un trattamento adeguato però sarebbero opportuni, si eviterebbe il rischio che tale disturbo possa essere il motore di altri problemi come depressione e problemi relazionali in famiglia o sul luogo di studio e di lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>