Coliche neonato, tutte le cause ed i rimedi

di Cinzia Iannaccio Commenta

Le coliche del neonato (o colichette ) sembrano essere la causa essenziale di ogni pianto del bambino appena giunto in famiglia. In realtà non è così e su questo argomento non ci sono tantissime certezze scientifiche e neppure vere e proprie soluzioni. Cerchiamo di capire bene di cosa si tratta e come comportarsi, ovvero, quali le probabili cause ed i possibili rimedi.

coliche neonato

 

Cosa si intende con colichette neonatali?

Il termine si può utilizzare in modo appropriato in riferimento a un bimbo sano, ben nutrito che piange più di 3 ore al giorno, per più di 3 giorni a settimana e per più di 3 settimane. In generale sappiamo che:
• Le coliche di solito iniziano intorno all’età di 2 settimane in un neonato a termine (o più tardi in un neonato prematuro).
• Vanno quasi sempre via da sole dopo 3 o 4 mesi.
• Sesso, seno o biberon, e ordine di nascita a differenza di ciò che si racconta, non incidono su di esse.
• I bambini che hanno avuto coliche come i bambini non sono diversi rispetto a quelli che non hanno.

Quali sono le cause delle coliche del neonato?

Non sappiamo ancora quali siano le cause vere di questo problema e per lo stesso motivo non c’è una vera cura (se non attendere che passino i mesi). Alcune teorie al riguardo sono ben note. Eccole:
• Disturbi digestivi, legati forse alle proteine del latte vaccino o al lattosio in alcune formule
Reflusso – bruciore di stomaco a causa di acidità di stomaco
• Un sistema digestivo in crescita con i muscoli che spesso hanno spasmi
Gas intestinali
• Gli ormoni che causano mal di stomaco o uno stato d’animo agitato
• Ipersensibilità alla luce o al rumore o al caldo, eccetera
• Un bambino caratterialmente lamentoso
• Un sistema nervoso ancora in via di sviluppo
Importante sarà essenzialmente, in prima battuta e con l’ausilio del pediatra, escludere cause mediche di tale irritabilità e malessere. Tra queste troviamo proprio il reflusso gastroesofageo, ma anche dolorose infezioni alle orecchie o alle vie urinarie o più di rado pressione o infiammazione del cervello e del sistema nervoso, problemi degli occhi, come un graffio o un aumento della pressione, battito cardiaco irregolare, lesioni.

Cosa fare in caso di colichette del neonato: i rimedi

Se le coliche neonatali sembrano essere ingestibili e gettano tutta la famiglia nel panico, il pediatra potrà consigliare, a seconda del caso e del bambino, piccoli accorgimenti/ tentativi per alleviare il fastidio e rilassarlo. Questi i più comuni dal punto di vista dell’alimentazione:
• Cambiare tipo di latte in formula (tentando anche quelli ipoallergenici)
• In caso di allattamento al seno, la mamma dovrà evitare caffeina, latte e/o alcune verdure
• Modificare il tipo di tettarella sul biberon prediligendo quelle antiaria e far fare il ruttino più di frequente

Esistono poi dei rimedi emotivo-psicologici: tenerlo in braccio coccolandolo, utilizzare in sottofondo un “rumore bianco” (ovvero un suono statico, costante) o una musica melodica e calma, il massaggio, una borsa di acqua calda sul pancino, il ciuccio, un bagnetto caldo, una tisana calmante, portarlo a spasso.

Farmaci contro le coliche del neonato

Esistono poi dei medicinali che possono essere utilizzati laddove ad esempio si evidenzi una presenza di gas intestinale che non si riesce ad alleviare altrimenti (come le goccine di Mylicon) o farmaci antiacido. Anche alcuni rimedi omeopatici si sono dimostrati utili allo scopo (Colocynthis con effetto antispastico). Sempre, in qualunque caso, va chiesto consiglio al pediatra.

 

Leggi anche:

Idrocele, sintomi e cause in neonato, bambini e adulti

Rimedi naturali per la pulizia della pelle del neonato

Foto: Tthinkstock

Fonte: WebMd

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>