Le carezze ai bambini prima della nascita

di Roberto Fassi

Photo Credits - Emmanuel Dunand - AFP- Getty Images 183646839

Il momento della gestazione è sempre molto importante per la donna, che vive per un periodo di 9 mesi in simbiosi assoluta col suo futuro bambino.Durante questi 9 mesi si può seguire “dal di fuori” i progressi e la crescita del feto all’interno del corpo materno, la gravidanza infatti ha tappe ben stabilite per lo sviluppo del bambino, e durante la 13esima settimana il piccolo impara a portare alla bocca il suo dito, anche se sarà in grado di succhiarlo solo alla 15esima settimana, quando i muscoli della bocca saranno più sviluppati.

La rivista Developmental Psychobiology ha pubblicato una ricerca effettuata dalla Durham University su otto bambine e sette bambini tra la 24esima e le 36esima settimana di gravidanza, ed è stato visto che questi bimbi tendono ad accarezzarsi da soli; infatti essi si stanno preparando a quel piacevole contatto fisico che è la carezza che una volta usciti riceveranno dai loro genitori. Generalmente il feto comincia a toccarsi e accarezzarsi nella parte superiore del suo viso, per poi scendere nella parte più bassa che è più delicata. Questo muoversi e carezzarsi da soli è un processo molto importante per uno sviluppo sano del feto e sta a significare che il suo sviluppo è quasi completo e si è vicini per uscire dall’utero materno.

Gli studiosi avvertono anche che se il bimbo non riuscisse a fare questi movimenti potrebbe significare che egli non è del tutto sano, e questa ricerca potrebbe aiutare a capire meglio il comportamento di bambini nati prematuramente.

Photo Credits – Emmanuel Dunand – AFP- Getty Images 183646839

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>