Ernia inguinale, sintomi e cosa occorre sapere

di Cinzia Iannaccio

 

Cos’è un’ernia inguinale? Si tratta di una condizione tale per cui un tessuto molle (solitamente parte della cavità addominale o dell’intestino) fuoriesce dal suo sito abituale attraverso un passaggio nei muscoli dell’addome indeboliti, spesso come in una piccola fessura. Ne risulta un rigonfiamento che può essere doloroso (o meno), soprattutto quando si tossisce o si fanno movimenti che mettiono sotto sforzo l’inguine. Scopriamone insieme cause, sintomi ed eventuali terapie.

ernia inguinale

L’ernia inguinale è pericolosa?

Un ernia inguinale di per se stessa non è pericolosa: la sua sintomatologia può anche scomparire da sola senza la necessità di cure, ma non vanno escluse le possibili complicanze, queste si, decisamente rischiose, come l’ernia “strozzata”. E’ per questi motivi che il medico può prescrivere l’intervento chirurgico risolutore.

Sintomi di ernia inguinale

Spesso l’ernia inguinale non comporta sintomi: la si può scoprire casualmente in seguito ad altre indagini di routine. In altri casi è possibile vedere, o sentire al tatto un rigonfiamento sull’inguine, evidente in particolare quando si sta in piedi o si tossisce. Ma vediamo nel dettaglio tutti i segni ed i sintomi di questo tipo di ernia.

  • Rigonfiamento nella zona del pube (ai lati/inguine)
  • Bruciore, fastidio o dolore in prossimità del rigonfiamento
  • Dolore o fastidio all’inguine, soprattutto quando ci si china, si tossisce o si solleva un peso.
  • Sensazione di pesantezza o pressione all’inguine
  • Sensazione di inguine che “tira”
  • Occasionalmente, dolore e gonfiore intorno ai testicoli quando l’intestino sporgente scende nello scroto

Un’ernia inguinale si può spingere all’indietro, internamente, fino a farla sparire, da sdraiati a pancia all’insù. Se invece è troppo gonfia e grande può essere utile l’applicazione di un pacchetto di ghiaccio, atta a sfiammarla, cosa utile anche in presenza di dolore.

Ernia incarcerata o strozzata, quale differenza?

Si parla di ernia inguinale incarcerata quando non si riesce a farla rientrare nell’addome. Rimane cioè bloccata fuori. E’ un fattore di rischio per sviluppare l’ernia strozzata, interrompendo il flusso di sangue all’intestino. Questa ulteriore condizione se non trattata può mettere a repentaglio la vita del paziente per cui è necessario un intervento chirurgico.

I sintomi di un’ernia strozzata da non trascurare e per cui è necessario rivolgersi ad un medico sono:

  • Nausea, vomito o entrambi
  • Febbre
  • Frequenza cardiaca accelerata
  • Dolore improvviso che si intensifica rapidamente
  • Rigonfiamento dell’ernia che diventa rosso o viola scuro

Sintomi di ernia inguinale nei bambini

Ernie inguinali nei neonati e nei bambini derivano da una debolezza nella parete addominale che è presente alla nascita. Non è un fenomeno raro. A volte l’ernia può essere visibile solo quando un bambino sta piangendo, tossisce o si sforza quando deve fare pupù.

Una curiosità: l’ernia inguinale è più frequente nel genere maschile rispetto al femminile, sia nei bambini dalla nascita che negli adulti, a causa di una diversa conformazione fisica. Essere di sesso maschile rappresenta infatti uno dei fattori di rischio di sviluppare un’ernia inguinale.

 

 

Altri post che potrebbero interessarvi:

Dolore all’inguine, tutte le cause e cosa fare per la cura

Granuloma inguinale, sintomi

Nodulo o grumo all’addome, cause e cosa fare

Scroto e testicoli gonfi con dolore, le cause

Foto: Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>