I rischi della gravidanza con il diabete

di Roberto Fassi Commenta

Photo Credits - Denis Charlet - AFP - Getty Images - 184076715Il diabete è una malattia che riguarda molte persone nel mondo, i numeri dei malati coinvolti salgono sempre di più. Questa malattia è caratterizzata da una riduzione significativa, o addirittura un assenza dell’insulina nel corpo umano, e da un eccesso di glucosio nel sangue.

Questa malattia, purtroppo ogni anno mette a repentaglio la vita di migliaia di persone, anche di quelle che ancora non sono nate; si perché si è accertato che le donne che affrontano una gravidanza e sono al contempo affette da questa patologia, non solo rischiano per la loro salute, ma anche per quella del loro bambino che deve ancora nascere. Ciò emerge da uno studio condotto da un gruppo di specialisti e ricercatori della Newcastle University, il South Tees NHS Trust e del UK and Public Health England, pubblicato poi sulla rivista medica “Diabetologia”; dai dati emersi risulta infatti che le donne incinte malate di diabete rischiano di veder morire il proprio piccolo quando ancora è un feto, almeno fino a 4, 5 volte in più rispetto alle donne che non sono portatrici della malattia; e aumenta il rischio anche delle morti neo natali, cioè poco dopo della nascita, di quasi il doppio, sempre rispetto a donne sane.

I dati analizzati a tale scopo sono stati raccolti nel nord dell’Inghilterra, e studiati poi attentamente dalla dott.ssa Ruth Bell e al dott. Peter Tennant, i quali hanno potuto verificare che in casi di preesistenza diabetica in donne in gravidanza, la morte del feto era del 3 per cento, e dello 0, 7 per cento quella neo natale, mentre nelle donne con assenza di diabete le percentuali erano rispettivamente dello 0,7 e 0,4 per cento.

Photo Credits – Denis Charlet – AFP – Getty Images – 184076715

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>