Forfora, tutte le cure ed i rimedi

di Cinzia Iannaccio

La forfora è un problema dermatologico abbastanza comune, spesso passeggero, ma che tende a volte a cronicizzare. Tutto dipende dalle cause, ma in generale, è sempre un evento spiacevole, anche se si sviluppa in forma lieve, non solo per il prurito che può comportare, ma soprattutto per le scagliette bianche ben visibili tra i capelli e sulle spalle. La forfora può essere comunque sempre tenuta sotto controllo, con shampoo specifici, medicati e non oppure con rimedi più propriamente naturali.

forfora cause cura

Shampoo delicato antiforfora

Da utilizzare con regolarità per ridurre la pelle grassa e le cellule morte della pelle. Si usa nei casi di forfora lieve, nelle persone che hanno tendenza a svilupparla a causa della pelle grassa o perché in particolari periodi dal punto di vista della salute o dello stress. Si acquista ovunque, nelle profumerie o nel supermercato.

Shampoo medicati

Nei casi più importanti si usano invece shampoo medicati, da acquistare in farmacia con o senza la necessità di prescrizione del medico curante. Si distinguono in base al principio attivo in essi contenuto. Ecco i più utilizzati:

  •  Shampoo allo zinco piritione (come Head & Shoulders). Questa sostanza agisce come antibatterico ed antimicotico ed è utile nei casi in cui alla base della forfora o della dermatite seborroica ci sia un fungo.
  • Shampoo a base di catrame (come Neutrogena T / Gel). Rallenta lo sfaldamento della pelle del cuoio capelluto.
  • Shampoo con acido salicilico (come Neutrogena T / Sal). Questo tipo di prodotto favorisce invece una rapida desquamazione: è come se si facesse uno scrub per portare via le cellule morte. Purtroppo però tende a lasciare la cute secca e quindi ad un aumento e ritorno del problema.
  • Shampoo al solfuro di selenio (come Selsun Blu). Rallenta la morte cellulare ed eventualmente il proliferare della Malassezia. Ha però un effetto collaterale spiacevole: tende a scolorire i capelli biondi, grigi o tinti. Va quindi risciacquato molto bene ed utilizzato seguendo attentamente le indicazioni. .
  • Shampoo Ketoconazolo (come Nizoral). Il ketoconazolo è un agente antimicotico ad ampio spettro che può funzionare quando gli altri shampoo non danno risultati. Esiste in due formulazioni, una da banco ed un’altra da acquistare previa prescrizione medica, decisamente per i casi più difficili.

Questi prodotti si possono usare alla bisogna tutti i giorni o a giorni alterni, fino al controllo definitivo del problema. In generale vanno massaggiati bene sul cuoio capelluto e lasciati agire qualche minuto. Se uno shampoo non funziona dopo un paio di settimane o se dopo un certo periodo di efficacia si ha la sensazione che non agisca più, lo si può cambiare con un altro o alternarlo nei lavaggi. Per trovare il prodotto giusto, può essere necessario testare a lungo con molta pazienza.

Rimedi domestici

E’ importante agire cambiando il proprio stile di vita tendendo ad eliminare i fattori predisponenti la forfora come lo stress. Se si ha una cute grassa è importante lavare i capelli spesso, mentre in generale andrebbero evitati i prodotti per lo styling (gel, lacca, mousse). Una dieta anti forfora è ricca di zinco e vitamine del gruppo B.

Medicina alternativa

L’olio di tea tree o di Melaleuca in shampoo usato quotidianamente si è dimostrato capace di ridurre la forfora in alcuni studi scientifici: ha proprietà antisettiche, antimicotiche e antibiotiche. Gli studi scientifici in questione vanno approfonditi e comunque se pur si tratti di un rimedio naturale può causare reazioni allergiche.

 

Potrebbero interessarvi anche i seguenti post:

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>