Tumore al cervello causato da troppe radiografie

di Vito Verna Commenta

Questo rischio aumenterebbe proporzionalmente, sino a sfiorare il 5%, nel caso in cui il soggetto, nell'arco di soli 10 anni, si sia sottoposto ad almeno 10 radiografie ortopanoramiche su base annua.

Tumore al cervello causato da troppe radiografie

Purtroppo, dopo anni di approfonditissime ricerche nonché studi epidemiologici piuttosto che accuratissime indagini o sperimentali test di laboratorio, se ne avrebbe l’inconfutabile, tragica, conferma: particolari patologie oncologiche cerebrali, tra le quali andrebbe sicuramente segnalato il meningioma (neoplasia benigna originantesi a partire dalla cellule delle meningi), sarebbero provocate dall’eccessiva esposizione del soggetto alle radiazioni ionizzanti delle radiografie e, nello specifico caso oggi alla nostra attenzione, delle radiografie cosiddette ortopanoramiche.

MODIFICARE GLI ANTICORPI PER COMBATTERE LA LEUCEMIA

Un team di neurologi della prestigiosa nonché celeberrima Facoltà di Medicina dell’Università di Yale, avendo già da tempo cominciato ad intuire la probabile correlazione tra frequenza di somministrazione di radiazioni ionizzanti mediante radiografia ortopanoramica ed aumento del rischio di insorgenza di meningioma, ne avrebbero recentemente voluto aver conferma e, allo scopo di ottenerla e, dunque, di verificare la summenzionata ipotesi, avrebbe sottoposto ad un’accuratissima anamnesi, ovverosia ad un’indagine delle propria storia medico-clinica, quasi 1.500 pazienti affetti da meningioma.

L’ALCOL AUMENTA IL RISCHIO DI CANCRO AL SENO

I soggetti, sia uomini che donne di età compresa tra i 20 ed 79 anni, sarebbero stati approfonditamente intervistati per ben 5 anni (dagli inizi del 2006 sino ai mesi conclusivi del 2011) e, dalla minuziosa inchiesta condotta dai medici statunitensi (che tra l’altro avrebbero preso in consegna tutte le cartelle cliniche di tutti i pazienti coinvolti in questo particolarissimo studio epidemiologico), sarebbe emerso come il rischio di contrarre una qualsiasi patologia oncologica cerebrale, ed in particolare un meningioma, aumenti almeno dell’1,4% per ogni ortopanoramica subita nel corso della propria esistenza.

OMEGA 3 PER COMBATTERE LA STANCHEZZA DEL CANCRO

Questo rischio, calcolato grazie all’analisi dei più svariati fattori (quali l’età del soggetto piuttosto che il suo generale stato di salute o la sua facilità di accesso alle cure mediche basilari), aumenterebbe proporzionalmente, sino a sfiorare il 5%, nel caso in cui il soggetto, nell’arco di soli 10 anni, si sia sottoposto ad almeno 10 radiografie ortopanoramiche su base annua. 

Ricordiamo pertanto, infine, come le linee guida elaborate a livello internazionale consiglino, a meno che non sia estremamente nonché strettamente necessario, di lasciar trascorrere un intervallo temporale equivalente ad almeno 2 anni tra 2 radiografie consequenziali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>