La terapia ormonale sostitutiva fa aumentare il rischio di meningioma nelle donne

di Alessandro Bombardieri Commenta

81283460-wide

Stando a quanto scoperto da un recente studio, la HRT (TOS), o terapia ormonale sostitutiva, che viene usata da molte donne per sopperire a una carenza ormonale, potrebbe essere rischiosa, in particolare potrebbe far aumentare il rischio di meningioma, soprattutto se si tratta di una combinazione estrogeno-progestinica.


Lo studio è stato condotto dai ricercatori del Danish Cancer Research Centre e pubblicato sull’European Journal of Cancer, ed ha messo l’accento sul rischio di meningioma, uno dei più comuni tumori cerebrali. La ricerca ha scoperto che le donne che seguono una TOS hanno un rischio aumentato del 30% di contrarre il meningioma, inoltre quelle che seguono questa terapia da più di 10 anni hanno fino al 70% in più di probabilità di sviluppare il tumore.

SINTOMI TUMORE ALLE OVAIE

I risultati dello studio dimostrano che più tempo una donna segue questa terapia, più aumenta il rischio di meningioma. I risultati ottenuti dallo studio spiegherebbero anche perchè questo tipo di tumore è più frequente nelle donne e perché si è registrato un aumento dei casi negli ultimi anni, inoltre è stato rilevato che le donne che sviluppano il meningioma, sono anche a maggiore rischio di cancro del seno.

I ricercatori comunque sottolineano che nell’85% dei casi i meningioma sono di tipo benigno, anche se possono portare diversi sintomi che vanno dal mal di testa, alle vertigini e perdita dell’equilibrio, convulsioni e perdita dell’udito. Il consiglio per le donne che seguono una terapia ormonale sostitutiva è quello di sottoporsi a screening periodici, come specificato anche dai ricercatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>