Dieta corretta in caso di influenza intestinale

di Alessandro Bombardieri Commenta

Vediamo come comportarsi in caso di gastroenterite.

La gastroenterite, più comunemente conosciuta con il nome di influenza intestinale, è una malattia caratterizzata da un’infiammazione del tratto gastrointestinale che coinvolge sia lo stomaco che l’intestino tenue.

La malattia si manifesta con diarrea, vomito e crampi addominali. Per gestirla al meglio è fondamentale l’idratazione del corpo, si possono assumere farmaci contro la nausea e fermenti lattici per riequilibrare l’intestino, vediamo perciò quale dieta seguire in questi casi.


Bisognerà assumere una grande quantità di liquidi per evitare il pericolo disidratazione e fare affidamento su cibi leggeri. Nei casi con nausea e vomito si consiglia l’assunzione di acqua, té leggero e integratori di sali minerali a sorsi piccoli e frequenti. Una corretta idratazione permette di aiutare i reni ad espellere le tossine, in questo modo l’organismo potrà liberarsi del virus.

PARASSITI INTESTINALI RIMEDI NATURALI

Se non ce la si sente è meglio non mangiare o mangiare poco, magari un piatto di riso in bianco con un po’ d’olio e qualche spruzzata di limone, mentre dal secondo-terzo giorno si può iniziare a mangiare qualcosa di più come cracker leggeri, brodi di pollo o di verdure, grissini, patate lesse, pasta in bianco, pane bianco, pesce magro o carne magra. Andrebbero evitati i latticini per qualche giorno dopo la fase acuta, in quanto irritano molto l’intestino ma andrebbero evitati anche la caffeina, l’alcol e gli alimenti grassi e molto conditi. Si consigliano dunque cibi leggeri e riposo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>