Ossitocina può causare ansia e paura

di Fabiana Commenta

Svelato il lato oscuro dell’ormone dell’amore, l’ossitocina

dv1600059

E dire che era già stato affettuosamente ribattezzato come ormone dell’amore e del buonumore: parliamo dell’ossitocina, l’ormone legato al senso del piacere, noto per la capacità di favorire i legami affettivi, sociali e l’amore.

Attenzione però perché un recente studio condotto dai ricercatori della Northwestern University e pubblicato sulla rivista Nature Neuroscience, ha invece svelato degli aspetti inediti dell’ossitocina.

Il cosiddetto ormone della fedeltà potrebbe provocare non solo benessere, ma anche ansia, depressione e paura.

In pratica i ricercatori hanno messo in evidenza altri effetti dell’ossitocina sul cervello (in particolare su una regione chiamata setto laterale) che scatenano emozioni negative e rafforzano la memoria di avvenimenti spiacevoli. In realtà questo lato oscuro dell’ossitocina è la conseguenza diretta del ruolo svolto dall’ormone nel processo di rafforzamento della memoria. 

In pratica quando si partecipa a eventi sociali anche spiacevoli e stressanti, i sentimenti negativi, (ansia e paura ad esempio) possono essere innescati di volta in volta dall’azione di rafforzamento della memoria svolto dalla secrezione dell’ossitocina, quando si sarà esposti ad altri eventi stressanti.

OSSITOCINA ORMONE DELLA FEDELTA’

Nel corso dello studio i ricercatori hanno osservato le reazioni sui topi scoprendo che la secrezione dell’ossitocina scatena il neurotrasmettitore Erk (extracellular signal regulated kinases) già legato a emozioni sociali negative.

Insomma l’ossitocina rivela naturalmente il suo lato oscuro perché se può regalare benessere e piacere, può anche causare sensazioni negative: in questa nuova ottica lo studio può essere utile capire come lo stress da interazioni sociali possa causare ansia e depressione e per futuri utilizzi da un punto di vista farmacologico.

L’ossitocina viene prodotta in diverse situazioni sociali, prima del parto, durante l’allattamento, ma anche durante l’intimità: una volta liberato nel sangue presenta una serie di benefici visto che regola la temperatura corporea, controlla la pressione sanguigna e alza le difese immunitarie. 

E se una serie di studi si erano impegnati nel mettere in evidenza i benefici dell’ossitocina, è pur vero che altri li avevano parzialmente ridimensionati. Adesso il nuovo studio ne mette in evidenza addirittura il lato oscuro….

 

 

Foto Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>