PRP e lesioni al tendine di Achille

di Luca Bruno Commenta

Un nuovo studio ha rilevato che un trattamento per curare le lesioni riportate da un uso eccessivo del tendine di Achille non sembra essere efficace.

jogging

Un nuovo studio ha rilevato che un trattamento per curare le lesioni riportate da un uso eccessivo del tendine di Achille non sembra essere così efficace. Lo ha stabilito un equipe di ricercatori olandesi, che ha verificato sperimentalmente come le iniezioni di plasma ricco di piastrine (PRP), una tecnica che ha conosciuto in questi ultimi anni una diffusione notevole, non risulta essere migliore rispetto ad un trattamento con placebo.

Il PRP è un fattore di crescita che si ottiene dal sangue centrifugato con uno strumento apposito che viene iniettato nel punto della lesione, che sarebbe in grado di stimolare la guarigione dei tessuti e quindi essere efficace nella riparazione di lesioni ai tendini ed alle cartilagini.

La ricerca ha coinvolto 54 pazienti, di età compresa tra 18-70, con tendinopatia cronica al tendine di Achille.

I pazienti, sottoposti ad esercizi eccentrici di allungamento del tendine di Achille e di contrazione del muscolo del polpaccio, sono stati selezionati in modo casuale per ricevere il trattamento a base di plasma (PRP) oppure una semplice iniezione salina.

Entrambi i gruppi, a distanza di 24 settimane dalla somministrazione del trattamento reale o del placebo, hanno riportato un significativo miglioramento sia per quanto riguardava la riduzione del dolore che per quanto riguardava le attività.

Lo studio, comparso sul numero di gennaio della rivista Journal of American Medical Association, e realizzato dai ricercatori dell’Erasmus University Medical Center di Rotterdam.

I ricercatori hanno ribadito, a conclusione dello studio, che il trattamento non ha risultati così significativi come la sua recente diffusione ed applicazione prometterebbero.

Fonte HealthDayNews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>