Sintomi shigellosi

di Luca Bruno 1

La shigellosi è una malattia infettiva causata da un gruppo di batteri chiamati Shigella che possono provocare la diarrea.

igiene

La shigellosi è una malattia infettiva causata da un gruppo di batteri chiamati Shigella.
Si tratta di una famiglia di batteri che possono provocare la diarrea e si trasmettono da persona a persona, soprattutto in condizioni di scarsa igiene personale.
I batteri della famiglia della Shigella sono stati scoperti 100 anni fa da uno scienziato giapponese, Shiga, da cui hanno preso il nome. Si dividono in 4 famiglie, la Shigella sonnei, e la Shigella flexneri sono tra quelle più diffuse, ma esistono anche la Shigella boydii e la Shigella dysenteriae, quest’ultima particolarmente virulenta ed insidiosa, capace di scatenare vere e proprie epidemie che colpiscono soprattutto i paesi in via di sviluppo e possono anche avere un decorso mortale.

I sintomi si manifestano rapidamente una volta contratto il batterio, al massimo due giorni dopo, ed in genere sono costituiti da febbre, diarrea, e forti crampi allo stomaco. Spesso nelle feci diarroiche sono presenti tracce di sangue.

I bambini sotto i due anni possono avere sintomi piuttosto forti, che in genere sono accompagnati da febbre alta. Esistono anche casi in cui la malattia si presenta in maniera asintomatica, sebbene la persona colpita può trasmettere il batterio ad altri.

Di solito il decorso è di 5 – 7 giorni, e di rado sono necessari ricoveri ospedalieri.

La shigella può creare anche complicazioni anche a distanza di tempo, anche se scompare la diarrea le funzioni intestinali possono restare alterate anche per mesi.

Nel 2% dei casi, le persone infettate dalla Shigella flexneri, possono sviluppare dolori delle articolazioni, irritazione degli occhi, e minzione dolorosa. Tale fenomeno, chiamato artrite post-infettiva può durare mesi ed anche anni, e trasformarsi in artrite cronica.

L’artrite post-infettiva causata dalla Shigella occorre però solo in persone che sono a ciò predisposte geneticamente.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>