La taglia del preservativo influisce sulla sua efficacia

di Luca Bruno Commenta

Un preservativo della dimensione sbagliata, che non calza perfettamente rischia di essere più che un vantaggio un problema anche serio.

condom

Un recente studio realizzato da ricercatori dell’Università del Kentucky ha evidenziato che l’utilizzo sbagliato del preservativo condiziona la sua efficacia nella protezione da gravidanze indesiderate e malattie sessualmente trasmissibili. Oltre a ridurre il piacere dell’atto sessuale, sia negli uomini che nelle donne.
Secondo lo studio, sotto accusa sono le dimensioni del preservativo, che non sono standard ma totalmente differenziate a seconda dei produttori. Ma un preservativo della dimensione sbagliata, che non calza perfettamente rischia di essere più che un vantaggio un problema anche serio. Su 436 persone sottoposte ad un rigoroso questionario, i ricercatori hanno rilevato come 195 degli intervistati hanno dichiarato aver avuto problemi ad indossare il preservativo.

Di questi 120 hanno dichiarato che indossandolo hanno effettivamente provato una riduzione del piacere, e 57 hanno riportato che tale sensazione è stata provata dalla partner.

34 hanno dichiarato che il preservativo si è sfilato durante l’uso e 18 che si è rotto. Problemi che sono risultati di gran lunga meno frequenti nel gruppo di intervistati che ha utilizzato preservativi che calzavano correttamente.

Il preservativo, insieme alla pillola tra i metodi contraccettivi più utilizzati, è sicuro al 98% sia nel preservare dalla gravidanza sia nell’evitare infezioni per via sessuale. Ma il fatto che si possa sfilare, rompere, o che possa essere d’impedimento al piacere sono componenti che possono pericolosamente indurre le coppie a smettere di utilizzarlo.

Uno dei modi per evitare che ciò accade è appunto intervenire su una migliore educazione al suo utilizzo, per esempio informando che i preservativi in commercio hanno diverse taglie, e che per evitare rischi e insoddisfazione ogni uomo dovrebbe sperimentarne diversi fino a scoprire quello che più si adatta alla propria anatomia.

Gordon Gill, medico ricercatore della International HIV / AIDS Alliance, riporta che nel servizio di call center FPA helpline la maggior parte dei problemi riportati dagli utenti, come la rottura del preservativo, il fatto di sfilarsi o quello di influire sul piacere della coppia erano per la maggior parte dovuti proprio a problemi di taglia non corretta del dispositivo utilizzato.

Tale problema potrebbe anche, secondo il medico, spiegare perchè in Africa taluni uomini risultano essere riluttanti ad indossare il preservativo. Al di là di questioni determinate da convinzioni culturali, potrebbe giocare una grande importanza anche il fatto che non sempre in molti paesi e comunità è possibile avere accesso a preservativi di taglie diverse.

Fonte BBCNews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>