Sonno irregolare, la ricetta del Cbd oil

di isayblog4

Sempre più persone, poco prima di andare a dormire, fanno un uso eccessivo del cellulare, dei tablet o stanno di fronte agli schermi di un computer. Non giova alla salute in generale e, in particolare vista l’ora, nemmeno a un corretto sonno ristoratore. Fortunatamente chi è affetto da disturbi come ad esempio l’insonnia, un sonno irregolare o qualsiasi altro disagio connesso può fare affidamento su un rimedio che arriva direttamente dalla natura, ovvero il cbd oil (uno dei cannabinoidi maggiori trovati nella canapa). Perché riuscire ad affidarsi al mondo dei sogni dopo una giornata che potrà essere stata stancante e stressante per mille motivi è essenziale per ristorare il corpo e la mente: non tutti sono fortunati a sufficienza da avere sempre sonni bilanciati e profondi, ma è possibile porre rimedio.

sonno irregolare cbd oil

 

Esistono in commercio molti prodotti che promettono di risolvere i problemi del sonno, ma troppo spesso contengono composti chimici che possono anche provocare fastidiosi effetti collaterali. Al punto da andare ad inficiare anche le normali attività di routine quotidiana. Ma il Cbd oil, in modo del tutto naturale, può andare ad agire bilanciando il ciclo del sonno inquieto permettendo di recuperare quelle ore di sonno preziose per affrontare sempre al top la giornata. Tra le cause principali di un sonno disturbato ci sono situazioni di ansia, spesso connesse all’ambiente di lavoro: è qui che può intervenire l’olio di Cbd, grazie alle sue proprietà ansiolitiche.

Le cause di un disturbo fastidioso

Se siete tornati da un viaggio Oltreoceano oppure per lavoro vi capitano frequenti spostamenti e lunghe sessioni di volo, è bene sapere che il jet lag è senz’altro una delle cause del cattivo sonno. Un disturbo che rende fiacchi durante il giorno, decisamente fastidioso: essendo il sistema endocannabinoide responsabile della regolazione omeostatica nell’organismo, ecco che il Cbd potrà alleviare questi problemi temporanei di sonnolenza. Parlavamo all’inizio di una tendenza a utilizzare schermi di telefoni e pc fino a tarda ora, un consiglio? Gli effetti del Cbd oil potranno essere senza dubbio ottimizzati se si prenderà la buona abitudine di ridurre l’esposizione alla ‘luce blu’ quando si fa notte: concilierà la possibilità di fare sonni lunghi e profondi. Normalmente quando i sonniferi ‘classici’ non danno più i risultati sperati in molti vanno alla scoperta del Cbd oil: serve, insomma, un cambio di mentalità. Quel che rende il Cbd davvero speciale in fatto di ripristino del sonno sono le sue funzioni sinergiche: in combinazione con la melatonina, il Cbd e altri cannabinoidi stimolano un sonno di qualità e riducono il periodo di latenza del sonno (aiutano a non svegliarsi e alzarsi nel corso della notte). Gli olii possono essere inodore (“naturali”) ma esistono anche prodotti con diversi aromi come menta, vaniglia, lavanda o cannella. Il Cbd oil si può trovare sia in capsule da assumere per via orale che in tinture dove il dosaggio avviene a gocce: normalmente si mette qualche goccia sotto la lingua per avere pieno effetto. Esistono anche confezioni spray e lozioni, queste ultime da applicare direttamente sulla pelle hanno una consistenza del tutto simile a una lozione normale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>