Eliminare le bibite gassate per contrastare la depressione

di Alessandro Bombardieri 1

Secondo lo studio bere più di 4 lattine di bibite gassate al giorno aumenta del 30% la probabilità di sviluppare la depressione

Uno studio di Honglei Chen, ricercatore dei National Institutes of Health statunitensi, ha svelato che le bibite gassate (anche nelle varianti dietetiche) potrebbero rendere le persone più soggette alla depressione. I risultati della ricerca in questione verranno presentati al convegno annuale dell’American Academy of Neurology che si terrà a San Diego il prossimo mese di marzo.
Nello studio sono stati coinvolti oltre 250.000 soggetti con età compresa tra i 50 ed i 71 anni; tra il 1995 ed il 1996 sono stati raccolti dati relativi alla loro assunzione di bevande quali le bibite gassate, il tè, il punch alla frutta e il caffè. A dieci anni di distanza dalla raccolta di questi dati, i ricercatori hanno confrontato i dati verificando a quante di queste persone fosse stata diagnosticata la depressione. Gli studiosi hanno così rilevato che bere bibite gassate aumenta il rischio di sviluppare la depressione, così come bere caffè può contrastare questa malattia.

Secondo lo studio bere più di 4 lattine di bibite gassate al giorno aumenta del 30% la probabilità di sviluppare la depressione, mentre bere la stessa quantità di punch al giorno aumenta il rischio del 38%. Sarebbero ancora peggiori sotto questo punto di vista le versioni diet delle varie bibite. Al contrario, chi beve almeno 4 tazze di caffè al giorno ha il 10% in meno di probabilità di sviluppare la depressione rispetto a chi non assume caffè regolarmente.

Gli stessi ricercatori però sottolineano che chi assume farmaci contro la depressione deve seguire le terapie prescritte dal proprio medico.

Commenti (1)

  1. Risultati davvero interessanti, che sottolineano l’importanza di una dieta sana anche dal punto di vista della salute psichica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>