Sintomi sindrome del ginocchio della scrivania

di Fabiana Commenta

La sedentarietà davanti al computer condiziona negativamente l’articolazione del ginocchio: i sintomi e i rimedi

Si chiama Sindrome del Ginocchio da scrivania ed è un disturbo sempre più diffuso nel corso degli anni legato all’utilizzo continuo del computer. Il disturbo in pratica colpisce sempre più spesso coloro che sono costretti a lavorare al computer per molte ore al giorno con il risultato che stare sempre seduti con le ginocchia nella stessa posizione può causare problemi.

In realtà per il momento il disturbo sembra essere diffuso soprattutto in Inghilterra (il 25%) e non tanto in Italia dove non si conoscono ancora con esattezza i dati delle persone interessate dal disturbo, anche se appare chiaro che il numero di individui che si rivolgono ai medici per casi del genere sono in concreto aumento, soprattutto di età compresa fra i 40 e i 55 anni. Ma quali sono i sintomi della cosiddetta sindrome del ginocchio della scrivania? Il ginocchio appare bloccato, dolorante e sembra quasi arruginito con conseguente difficoltà anche a camminare e a salire le scale. L’articolazione del ginocchio risente in modo profondo della sedentarietà del lavoro mentre lavorare per diverse ore al computer senza la necessità di alzarsi tende a penalizzare il ginocchio e a renderlo sempre più rigido con inevitabili conseguenze negative.

 

A peggiorare la situazione potrebbe anche insorgere l’aumento di peso (proprio a causa della sedentarietà) con un numero di chili in più che vanno a incidere negativamente sull’articolazione del ginocchio e causano l’usura della cartilagine del ginocchio. In pratica la sedentarietà diminuisce la produzione di liquido sinoviale che è il lubrificante dell’articolazione del ginocchio causando dolore e difficoltà a camminare.

LAVORARE A LETTO PROVOCA INSONNIA E DOLORI MUSCOLARI

Anche i giovani possono soffrire dello stesso disturbo e rendersene conto è facile: dopo un po’ di tempo seduti davanti al computer diventa necessario allungare il ginocchio e muoverlo in senso della flessione ed estensione. Per tentare di ridurre il problema è necessario ridurre concretamente la propria sedentarietà cercando di recuperare anche un movimento indispensabile per il mantenimento articolare e muscolare.

Foto Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>