Protesi al seno vietata alle minorenni

di Vito Verna Commenta

Nessuna minorenne, pur avendo il permesso dei propri genitori, potrà più ne per alcun motivo decidere di rifarsi il seno piuttosto che di ritoccarlo riducendolo, aumentandolo o perfezionandolo in qualsiasi altro modo.

Protesi al seno vietata alle minorenni

Le protesi mammarie, a meno che, queste ultime, non siano da considerarsi, specialmente a causa di gravi malformazioni congenite piuttosto che a causa di serissimi ed oltre modo rilevanti problemi medici di carattere fisico piuttosto che psicologico, saranno assolutamente vietate alle minori di anni 18.

CANCRO AL SENO LEGATO A VARIAZIONE GENETICA

Nessuna minorenne, pur avendo il permesso dei propri genitori, potrà più ne per alcun motivo, con l’esclusiva, e particolarissima, eccezione alla quale accennavamo in apertura, decidere di rifarsi il seno piuttosto che di ritoccarlo riducendolo, aumentandolo o perfezionandolo in qualsiasi altro modo.

OLIO DI OLIVA PREVIENE I TUMORI AL SENO

La notizia, che non si può che accogliere con immensa gioia per la consapevolezza che una tale evento sia la chiara dimostrazione del fatto che il Governo Monti e, più in generale, l’attuale classe politica riterrebbero oltre modo fondamentale e necessaria la salvaguardia dell’infanzia e dell’adolescenza in tutte le proprie più genuine forme e manifestazioni, sarebbe stata riportata in mattinata dai più importanti quotidiani nazionali ed internazionali che non avrebbero esitato a ricordare come tale provvedimento sia stato approvato dalla Commissione Affari Sociali del Parlamento e come, entro sei mesi e grazie all’intervento diretto del Ministero della Salute di Renato Balduzzi, dovrebbe divenire pienamente operativo.

UTILITÀ DELLO SCREENING PER IL TUMORE AL SENO

Inoltre, come se quanto detto sino a qui non bastasse per apprezzare, pienamente e definitivamente, l’approvazione di un così fondamentale provvedimento, grazie allo stesso si potranno controllare le protesi mammarie quotidianamente impiantate in qualsiasi clinica, sia essa privata o pubblica, italiana evitando che scandali come quelli legati alla fallimentare e fraudolenta azienda francese PIP possano mai ripetersi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>