Piacere sessuale over 50: a Roma si discute anche di secchezza vaginale

di Gianni Puglisi Commenta

Scavare a fondo nella salute, ma anche nel mondo della sessualità degli over 50: questo è stato l’obiettivo di un’interessante conferenza che è stata organizzata a Roma. “Un pomeriggio per donne Fa-Vo-Lo-SeX”, una sorta di conferenza-festa che è stata guidata alla perfezione dalla sociologa Maria Luisa Barbarulo.

Si è parlato di temi molto delicati come la secchezza e l’atrofia vulvo-vaginale e tutte le conseguenze che questo problema può avere non solamente sulla donna, ma anche sul rapporto di coppia. Tante persone presenti in sala, oltre 300, ma erano ancora di più quelle che seguivano il talk-show in streaming, più di 1000, andando alla scoperta di tanti consigli e utili spunti da poter attuare nella vita di tutti i giorni. Per approfondimenti consulta il portale di “il mio piccolo Segreto“.

La dottoressa Bitelli ha sottolineato quanto due aspetti come la complicità e l’attenzione verso l’altro sia fondamentali in un rapporto di coppia, anche in ottica di una reciproca comprensione delle problematiche. Infatti, la secchezza vaginale può riflettersi negativamente anche sul rapporto di coppia e in maniera molto subdola. Come è stato ben evidenziato dall’intervento del professor Jannini, le reazioni a catena che ne derivano avvengono soprattutto a livello psicologico. Se tutti i fastidi che vengono lamentati dalla donna nel corso della penetrazione e del rapporto sessuale provocano un abbassamento nel desiderio del partner, è la stessa donna a subire, a sua volta, tale situazione, dal momento che il calo della libido maschile viene interpretata come un rifiuto nei suoi confronti.

Anche il timore e la paura di sentire dolore giocano un ruolo problematico nelle donne che soffrono di atrofia vulvo-vaginale. Infatti, la dottoressa Roberta Rossi ha evidenziato come anche atteggiamenti affettuosi come una carezza, un abbraccio o un bacio possono portare nelle donne colpite da tale problematica, una paura inconscia che da quel gesto possa derivare un rapporto sessuale e, di conseguenza, di provare di nuovo dolore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>