Vitamina D carente nei bambini

di Luca Bruno Commenta

La vitamina D rafforza le ossa ed il sistema immunitario e sembra anche avere un ruolo importante nella prevenzione del diabete di tipo I e di malattie cardiache e tumori.

allattamento1

Secondo un nuovo studio comparso sulla rivista Pediatrics, pochi sono i bambini che attualmente risultano avere la giusta quantità di vitamina D al momento della nascita.
Se fino a qualche anno fa medici e scienziati pensavano che un apporto di vitamina D di 200 UI al giorno fosse più che sufficiente, oggi si pensa invece che tale apporto dovrebbe arrivare alle 400 UI, almeno secondo quanto stabilito dalla American Society of Pediatrics.
La vitamina D rafforza le ossa ed il sistema immunitario e sembra anche avere un ruolo importante nella prevenzione del diabete di tipo I e di malattie cardiache e tumori.

Secondo i ricercatori, solo il 5-13% dei bambini allattati al seno ricevono il giusto apporto di vitamina D, e, sebbene il latte della madre è l’alimento più completo per il bambino, spesso questo è carente di vitamina D.

Una teoria vuole che essendo l’uomo originario di aree del pianeta calde e sempre esposte al sole la necessità di assimilare la vitamina D dal sangue non era così necessaria, e quindi l’organismo della madre non si è strutturato in modo da fornire al bambino questo apporto cui provvedeva in maniera esauriente l’esposizione alla luce solare.

Un secondo studio apparso su Pediatrics rileva che il 58% dei neonati ed il 36% delle madri erano carenti della vitamina ed anche se le madri assumono supplementi vitaminici prima della gravidanza, il livello di questa risulta ancora essere inferiore al 30% rispetto a quanto considerato salutare.

Secondo i medici che hanno condotto lo studio sarebbe necessario che ai bambini nei primi mesi di vita fossero somministrati integratori di vitamina D, cosa che oggi avviene solo nell’1-13% dei casi.

Fonte USAToday

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>