Sesso orale può causare cancro alla gola

di Fabiana Commenta

Il monito degli esperti dopo le dichiarazioni choc (e oggi smentite) dell’attore statunitense

michael douglasLa dichiarazione choc rilasciata ieri dall’attore statunitense Michael Douglas ha riportato l’attenzione sui pericoli legati al virus Hpv, il papilloma virus umano. 

 

“Il mio cancro alla gola è stato causato dal sesso orale” ha spiegato Michael Douglas in un’intervista pubblicata sul The Guardian chiarendo che “questo tipo particolare di cancro è causato dal papilloma virus umano (HPV) che in realtà si trasmette tramite il cunnilingus”. 

Dopo aver ricevuto la corretta diagnosi della malattia, l’attore si è curato fra il 2010 e il 2011 e di recente ha anche ripreso a recitare.

 

Proprio oggi l’attore ha smentito attraverso un suo portavoce di aver mai affermato che il suo cancro è stato causato dal sesso orale: quando l’attore ha parlato del virus HPV e della sue conseguenze, non si stava riferendo al suo caso personale.

 

Al di là della smentita dell’attore, gli esperti ne approfittano per rilanciare l’allarme: anche in Italia sono in concreto aumento i tumori della faringe e della cavità orale che vengono causati dal virus Hpv (LEGGI I SINTOMI), trasmesso attraverso rapporti di sesso orale. Nicola Surico, presidente della Società italiana di ginecologia (Sigo) ha spiegato all’Ansa che in Italia si calcola un incremento dei tumori alla cavità orale pari a circa 12 mila casi nuovi l’anno. 

 PAPILLOMA VIRUR PERICOLOSO ANCHE PER I RAGAZZI UNDER 20

Il principale responsabile di questi tumori è proprio il virus Hpv che viene trasmesso attraverso il sesso orale. 

Questo nei casi più gravi, ma il virus Hpv può colpire anche in forma meno grave e causare la papillomatosi delle corde vocali: in questo caso è un lesione precancerosa curabile grazie al laser. 

L’esperto spiega che questo particolare tipo di cancro si presenta più spesso fra i giovani e soprattutto più tra le donne che fra gli uomini. 

In questo caso poi la prevenzione non passa attraverso il preservativo: e allora come si può agire? Secondo l’esperto l’unica soluzione sarebbe quella di estendere la vaccinazione contro l’Hpv anche ai ragazzi maschi e non solo alle ragazze in giovane età.

Chi pratica regolarmente sesso orale dovrebbe essere attento e sottoporsi a un controllo dall’otorino almeno una volta l’anno in modo da poter effettuare la diagnosi precoce e cogliere in tempo la presenza di eventuali lesioni cancerose e precancerose alla laringe o al cavo orale.

 

Punto di partenza della prevenzione resta in ogni caso la corretta informazione ed ecco perché è prevista una campagna informativa della Sigo in collaborazione con la Società di andrologia e il ministero della Salute, attraverso la diffusione di opuscoli informativi sulle malattie che possono essere trasmesse sessualmente. 
Foto Thinkstock

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>