Prelievo sangue e HELIXAFE contro i tumori

di Sveva 1

Un semplice prelievo del sangue per monitorare la stabilità genetica di soggetti sani e eventualmente scoprire anomalie che potrebbero essere collegate alla presenza di tumori.


Tutto questo è HELIXAFE, il programma sviluppato da Bioscience Genomics, spin off dell’Università di Tor Vergata che permette di valutare il profilo individuale di stabilità genetica, che si aggiorna periodicamente (ogni anno) mediante la ripetizione del test della lettura delle mutazioni. Quanto più il monitoraggio si estende nel tempo, tanto più diventa accurato il risultato. Il dottor Andrea Mancuso, Ricercatore Clinico e Traslazionale del Reparto di Oncologia Medica dell’Ospedale San Camillo Forlanini di Roma, sottolinea l’importanza di questo progetto per la pronta individuazioni di rischi correlati a tumori:

Questo progetto offrirà all’oncologo medico una potenzialità diagnostica e terapeutica in tutte le fasi di gestione del paziente dal follow-up al monitoraggio dell’efficacia della terapia oncologica e alle scelte terapeutiche successive. Provvederà all’interno di trial clinici di impattare sulla sopravvivenza globale del paziente riducendo le terapie inefficaci e migliorare o addirittura eliminare effetti iatrogeni

Piuttosto che cercare cellule o DNA tumorali nel sangue, che sono presenti solo quando il tumore è già sviluppato e a volte già in stato avanzato, il programma Helixafe esegue il monitoraggio periodico delle mutazioni somatiche per intercettare l’eventuale instabilità genetica che anticipa lo sviluppo della patologia.

Ti potrebbe interessare anche:

 CELLULE RARE NEL SANGUE ASSOCIATE ALLO SVILUPPO DI TUMORI NEI BAMBINI

 6 TUMORI CHE È POSSIBILE PREVENIRE CON LO SPORT

 TUMORI IN ITALIA, 1000 NUOVE DIAGNOSI ALL’ANNO

 TUMORE AI TESTICOLI, SINTOMI

TUMORE AL SENO, TERAPIE ALTERNATIVE E COMPLEMENTARI

Photo |Thinkstock

Commenti (1)

  1. louieHere in the UK I am all for not just raising awareness about bullying for LGBT people but also the straight community. Bullying is harder to spot now adays with the wonderful invention of the internet and the woeful maipiulatnon of it. So I plan to be looking up a few statistics tonight (after work) and putting them into a video tomorow. Then I will add another little video with just some random people from my essex town just to see how much is known about suiside in young teens and how it can be prevented. Should be interesting if the camera batteries charge in time.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>