L’attività fisica moderata riduce il rischio di cancro al seno

di Vito Verna Commenta

L'attività fisica quotidiana e costante nel tempo, per quanto moderata e tutt'altro che intensa essa sia, avrebbe ormai da tempo dimostrato la propria efficacia e la propria importanza per la salute umana contribuendo, in taluni particolari casi, sin'anche alla riduzione del rischio di sviluppare un qualsiasi tumore.

L'attività fisica moderata riduce il rischio di cancro al seno

L’attività fisica quotidiana e costante nel tempo, per quanto moderata e tutt’altro che intensa essa sia, avrebbe ormai da tempo dimostrato la propria efficacia e la propria importanza per la salute umana contribuendo, in taluni particolari casi, sin’anche alla riduzione del rischio di sviluppare un qualsiasi tumore.

SCOPERTO IL MECCANISMO ANTITUMORALE DELL’ASPIRINA

Una recente colossale ricerca, che negli ultimi 11 anni avrebbe periodicamente monitorato la stato di salute di ben 257.805 donne europee, si sarebbe voluta spingere oltre e sarebbe riuscita ad individuare la quantità e la qualità di attività motoria da svolgersi quotidianamente per contrastare attivamente l’insorgenza del cancro al seno che, purtroppo, ancora oggi rappresenterebbe una tra le principali e più importanti cause di malattia e morte tra le donne di tutto il mondo.

ASPIRINA RIDUCE RISCHIO TUMORE AL SENO

I ricercatori coinvolti nel programma di ricerca oggi alla nostra attenzione, finanziati dall’organizzazione non-profit Cancer Research UK, avrebbero inteso confrontare il livello di attività fisica quotidianamente svolto sia dalle 8.034 donne che, durante gli 11 anni di sperimentazione, si sarebbero purtroppo ammalate di cancro al seno sia di tutte le restanti donne che, invece, avrebbero avuto la fortuna di non ammalarsi.

ASPIRINA UTILE CONTRO I TUMORI

I dati così raccolti, esaminati al netto dei più probabili e conosciuti fattori di rischio quali, a titolo puramente esemplificativo, il peso corporeo, l’alimentazione, il fumo, il consumo di bevande alcoliche o di sostanze stupefacenti, avrebbero permesso di appurare che anche una minima attività fisica quotidiana, quale quella derivante dallo svolgimento delle più comuni ed abituali faccende domestiche piuttosto che da una costante attività di giardinaggio, potrebbe ridurre il rischio di sviluppare un qualsiasi tumore al seno addirittura del 13%.

In particolar modo, stando a quanto dichiarato dai responsabili di Cancer Research UK alla rivista scientifica International Journal of Cancer, 6 ore di lavori domestici ridurrebbero il rischio di cancro al seno del 13%, 3 ore di giardinaggio al giorno lo ridurrebbero del 10% e poco più di 2 ore di lavori domestici al giorno addirittura del 6%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>