La marijuana potrebbe aumentare il rischio di cancro ai testicoli

di Vito Verna Commenta

La pericolosità della marijuana, che pure in numerosi Paesi del mondo verrebbe comunemente utilizzata per scopi terapeutici, viene confermata, ormai quasi giornalmente, dai sempre più numerosi studi che intenderebbero valutare gli effetti di sostanza stupefacente sull'organismo.

La marijuana potrebbe aumentare il rischio di cancro ai testicoli

La pericolosità della marijuana, che pure in numerosi Paesi del mondo verrebbe comunemente utilizzata per scopi terapeutici, viene confermata, ormai quasi giornalmente, dai sempre più numerosi studi che intenderebbero valutare gli effetti di sostanza stupefacente sull’organismo.

LA CANNABIS DANNEGGIA I POLMONI QUANTO IL FUMO

Solamente poche settimane fa, come certamente ricorderete, avrebbe fatto molto scalpore una notizia, riportata anche dal nostro network, relativa alla possibilità che la marijuana abbia sui polmoni del consumatore abituale lo stesso effetto del consumo di un intero pacchetto di sigarette.

DROGHE LEGALI IN ITALIA

La notizia di oggi è però, se possibile, ancora più sconvolgente poiché riguarderebbe la possibilità che il consumo di marijuana favorisca l’insorgere di ben due differenti forme di cancro ai testicoli.

YOGA UTILE CONTRO I DOLORI CRONICI

I ricercatori dell’Università della California del Sud, negli Stati Uniti d’America, sarebbero infatti riusciti ad appurare, valutando le cartelle cliniche di ben  455 uomini, 163 dei quali affetti da cancro ai testicoli,  che il consumo di marijuana potrebbe addirittura raddoppiare il rischio di contrarre due tra le più pericolose forme di tumore ai testicoli, pericolose soprattutto poiché in grado di colpire uomini molto giovani nonché perfettamente sani, quali i tumori non-seminomi ed i tumori a cellule germinali miste.

Victoria Cortessis, responsabile del programma di ricerca oggi alla nostra attenzione, avrebbe spiegato ai redattori della rivista Cancer, che avrebbe recentemente pubblicato i risultati dell’indagine condotta dai ricercatori statunitensi, che: “non sappiamo ancora cosa scateni la marijuana nei testicoli per portare alla carcinogenesi anche se ipotizziamo che possa agire attraverso il sistema degli endocannabinoidi perché è stato dimostrato che questo sistema è importante per la formazione dello sperma”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>