Adroterapia oncologica in Italia

di Vito Verna Commenta

Come trattare i tumori grazie all'adroterapia oncologica.

La lotta ai tumori, patologia che, ogni anno, uccide milioni di pazienti in tutto il mondo, ha segnato oggi, grazie all’impegno ed al decisivo contributo dell’Italia, un importantissimo passo avanti, grazie al riuscito trattamento, per via adronica, di un paziente affetto da cancro al cervello presso il Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica di Pavia.

CANCRO DELLA PELLE CAUSATO DA MUTAZIONE GENICA

L’evento ha scatenato, come ci si poteva attendere, un ridda di domande su quali vantaggi presenti questa terapia, quali limiti, chi possa accedere a questa possibilità, quali rischi comporti e, in definitiva, in cosa consista l’adroterapia oncologica o terapia adronica.

Anche noi, che da sempre cerchiamo di fare informazione seria e professionale sul delicato tema dei tumori e delle possibilità di guarigione del paziente, abbiamo analizzato l’argomento e, dunque, siamo ora pronti a comunicarvi quanto scoperto.

COS’È L’ADROTERAPIA ONCOLOGICA

L’adroterapia, o terapia adronica o radioterapia adronica altro non è che una particolare forma di radioterapia che, a differenza di quest’ultima, risulta essere più precisa e più penetrante e, dunque ed in un certo senso, più efficace delle numerose terapie oncologiche sino ad oggi sviluppate.

La maggiore precisione dell’adroterapia, così come la sua maggiore capacità di penetrare nei tessuti corporei, è dovuta all’utilizzo degli adroni, particelle subatomiche pesanti quali protoni, neutroni, ioni, le cui peculiarità fisiche le rendono più idonee a colpire in maniera più performante le cellule tumorali.

Ciò fa si che, in definitiva, il bombardamento condotto ai danni del cancro sia più mirato, avendo questo trattamento una precisione superiore ai 2 millimetri e più efficace, essendosi dimostrato in grado di distruggere cellule tumorali insensibili alla radioterapia.

EFFETTI COLLATERALI DELLA RADIOTERAPIA

Controindicazioni, allo stadio attuale, parrebbero non essercene ma, poiché trattasi di terapia innovativa e sperimentale, gli effetti a lungo termine del trattamento non sarebbero ancora stati individuati con precisione.

In Italia, che in questa situazione si è dimostrata estremamente all’avanguardia, esistono addirittura due centri, altamente specializzati, preposti al trattamento mediante bombardamento delle cellule tumorali grazie a fasci di adroni.

Il primo si trova a Catania, presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico di Catania, e dal 2002 ad oggi, ha già trattato, con successo, circa 150 pazienti affetti da patologie oculari (essendo il centro specializzato in oftalmologia).

VIRUS ONCOLITICI PER DISTRUGGERE I TUMORI

Il secondo, invece, si trova a Pavia e sarà il centro italiano di riferimento per le cure mediante adroterapia. A pieno regime, e questa è una buona notizia, potrà cercare di ridare una speranza a circa 3.000 pazienti ogni anno.

Purtroppo, come ricordavamo, questa è una terapia altamente sperimentale e, poiché sull’argomento sono in corso numerosi studi, l’accesso al Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica di Pavia sarà subordinato alle decisioni del Consiglio Superiore di Sanità.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito ufficiale del CNAO che trovate all’indirizzo cnao.it

Per contattare il CNAO: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>