Infiammazione intestinale

di Elena Botta Commenta

L'infiammazione intestinale comprende due patologie specifiche: ilmorbo di Crohn e la colite ulcerosa, di cui abbiamo già parlato in passato e che sono delle malattie croniche

mestruazioni-irregolari

Dopo aver parlato di una patologia prettamente maschile come l’infiammazione della prostata e dopo aver parlato di problemi che colpiscono gli sportivi in generale, come l’infiammazione del menisco e l’infiammazione del tendine rotuleo, oggi vogliamo parlare di una patologia che colpisce indistintamente uomini e donne, l’infiammazione intestinale.
L’infiammazione intestinale comprende due patologie specifiche: il morbo di Crohn e la colite ulcerosa, di cui abbiamo già parlato in passato e che sono delle malattie croniche.



La colite ulcerosa è una patologia che può presentarsi in tutto l’arco della vita, mentre il morbo di Crohn, che ha un’incidenza maggiore nell’universo femminile, colpisce in una fascia d’età ben precisa: dai 15 ai 30 anni oppure dopo i 60.
La sintomatologia che caratterizza le due malattie è abbastanza simile: dolori addominali, diarrea spesso di modesta entità nelle prime fasi della malattia.
Però nella colite ulcerosa si manifesta solo nel colon e nel retto e l’infiammazione si limita soltanto alle mucose intestinali, mentre il morbo di Crohn presenta delle ulcere che si possono manifestare in qualsiasi parte dell’intestino e sono transmurali, ossia il processo attraversa la parete dell’intestino e può anche interessare gli organi vicini, come ad esempio le ovaie nel caso della donna.
Sembra che la causa di tutte e due le malattie abbia una componente genetica, tanto che sono state riscontrate almeno quattro mutazioni genetiche che accompagnano queste malattie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>