Voti più alti ai ragazzi più magri

di Vito Verna Commenta

Alzare i voti ai ragazzi magri penalizzando gli adolescenti obesi.

L’obesità, patologia della quale in più occasioni abbiamo avuto modo di interessarci, è una delle malattie in più costante aumento nel mondo occidentale capace, come ormai ben noto, di uccidere, per problemi direttamente correlabili, milioni di persone ogni anno.

La questione, dunque, è delle più complicate e, proprio per questo, richiederebbe una soluzione quanto mai rapida ed efficace.

DANNI NEUROLOGICI CAUSATI DALL’OBESITÀ

In questo senso, dunque, andrebbe vista quella che noi riteniamo semplicemente essere la provocazione di un medico preoccupato per la salute dei propri connazionali.

Il nutrizionista francese Pierre Dukan, celeberrimo dietista di numerose star nonché autore di alcuni best seller dedicati alla minuziosa descrizione del proprio metodo, ormai da chiunque conosciuto come dieta Dukan, avrebbe infatti suggerito, grazie ad una lettera aperta indirizzata al futuro Presidente della Repubblica francese, di aumentare il voto della maturità a quei liceali che, nel corso del triennio conclusivo della scuola secondaria superiore siano riusciti, soprattutto grazie ad un’alimentazione quanto mai adeguata, a mantenere o raggiungere il peso forma ovverosia, come molti sapranno, un Indice di Massa Corporea compreso tra 18 e 25.

ADOLESCENTI OBESI PIU’ A RISCHIO DI DIPENDENZE

La boutade del medico francese, però, non gli sarebbe stata perdonata né dalle istituzioni né dai colleghi che, oltre ad aver ricordato, al ben più illustre rappresentate della categoria, del programma avviato nel 2010 dal Presidente Sarkozy per combattere sul nascere la crescente diffusione dell’obesità tra gli adolescenti, avrebbero sottolineato l’importanza della maturità quale occasione di confronto culturale e non già fisico-estetico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>