Lo spinacio è una pianta erbacea che fa parte della famiglia delle Chenopodiaceae e pare che sia originario del Nepal dove sembra che siano stati coltivati per la prima volta.

spinaci

Dopo aver parlato delle proprietà del ravanello, del kamut, della cannella, del biancospino e della quinoa, vogliamo parlare delle proprietà degli spinaci, che sono cugini proprio di quest’ultima, anche se all’apparenza non si direbbe.
Lo spinacio è una pianta erbacea che fa parte della famiglia delle Chenopodiaceae e pare che sia originario del Nepal dove sembra che siano stati coltivati per la prima volta.
Gli spinaci sono ricchissimi di vitamine, in modo particolare di vitamina A, vitamine del gruppo B, vitamina C, vitamina D, vitamina F, vitamina PP e K; poi ci sono diversi carboidrati come il rame, il potassio,lo zinco, il calcio ed il fosforo.


Importante anche la presenza di luteina, un carotenoide, presente anche nelle carote, che serve per rafforzare la vista e proteggere gli occhi da patologie.
Le principali proprietà degli spinaci sono lassative, grazie all’alto contenuto di minerali, depurative, tonificanti e svolgono un’azione di protezione del cuore.
Sono poi molto consigliati in gravidanza, in quanto la presenza di acido folico permette di combattere l’insorgenza della spina bifida o di altre malattie rare neonatali.
Per poter assumere in modo corretto le sostanze nutritive presenti all’interno degli spinaci, sarebbe necessario consumarli rigorosamente crudi, con un po’ di sale, olio di oliva e limone, ma anche una leggera cottura al vapore preserva le sostanze benefiche al loro interno.

Commenti (1)

  1. questa foto raffigura le bietole e non gli spinaci !!!!! 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>