Scoperto il meccanismo metabolico che fa ingrassare

di Vito Verna Commenta

La scoperta sarebbe stata possibile solamente in seguito all'individuazione di una particolarissima sostanza che se opportunamente modificata consentirebbe a chiunque di mangiare a dismisura senza ingrassare di un solo etto.

Un team di scienziati italiani,  facenti riferimento all’Istituto Italiano di Tecnologia, avrebbe recentemente individuato, grazie alla collaborazione con alcuni dei più importati istituti di ricerca del mondo, quali l’Università della California e l’Università di Yale, il meccanismo metabolico che controllerebbe l’accumulo di grasso bruno e di grasso bianco e che, in definitiva, sarebbe responsabile  della capacità dell’organismo di accumulare peso in eccesso.

DIFETTI GENETICI ALLA BASE DELL’OBESITA’

a scoperta, avrebbe dichiarato in mattinata, dalle colonne della rivista scientifica Cell Metabolism, Daniele Piomelli, ricercatore del Dipartimento D3 dell’Istituto Italiano di Tecnologia a capo del progetto scientifico oggi alla nostra attenzione, sarebbe stata possibile solamente in seguito all’individuazione di una particolarissima sostanza, chiamata 2-arachidonil-sn-glicerolo o 2-AG, che se opportunamente modificata, come dimostrato nel corso delle numerose prove di laboratorio effettuate su modelli murini, consentirebbe a chiunque di mangiare a dismisura senza ingrassare di un solo etto.

20 MILIONI DI ITALIANI OBESI NEL 2025

L’effetto benefico registrato dai ricercatori, però e per fortuna, non si limiterebbe solamente all’aspetto puramente estetico bensì riguarderebbe, come confermato in queste ore dagli esperti del settore, il ben più importante e fondamentale aspetto biochimico-fisiologico poiché riuscirebbe ad annullare molte delle conseguenze negative dell’assunzione smodata di cibo quali l’elevata trigliceridemia e l’insulino-resistenza, uno dei principali fattori scatenanti il diabete mellito di tipo 2 (quello correlato, in maniera pressoché esclusiva, all’alimentazione).

DISFUNZIONI CEREBRALI POTREBBERO FAVORIRE L’OBESITA’

Le persone obese, dunque, sarebbe tali solamente poiché vittime di un malfunzionamento della succitata sostanza che, per motivi ancora sconosciuti ed ancora al vaglio della scienza, essendo estremamente ricettiva, molto più che nelle persone sane, causerebbe un anomalo, immotivato ed eccessivo accumulo di grasso e di peso corporeo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>