Salmone norvegese tossico?

di Fabiana Commenta

Il salmone d'allevamento norvegese sarebbe pericoloso per la salute a causa di pesticidi e diossine

salmoneIl salmone norvegese d’allevamento è tossico e pericoloso per la salute?

Un dubbio lecito che torna d’attualità in questi giorni visto che sono le stesse autorità norvegesi a spiegare che il salmone norvegese d’allevamento è ricco di pesticidi, diossine, PCB e antibiotici.

Una dichiarazione in netto contrasto con quanto affermato dai produttori secondo cui i loro salmoni sono assolutamente sicuri al 100%. 

Tutto è cominciato quando qualche giorno fa quando la dottoressa Anne-Lise Birch Monsen e il professore di medicina Bjorn Bolann dell’Haukeland University Hospital di Bergen (NO) hanno allarmato l’opinione pubblica spiegando che le sostanze chimiche nocive possono essere trasmesse ai salmoni d’allevamento attraverso i mangimi: un problema non indifferente visto che i salmoni norvegesi rappresentano la quasi totalità del mercato. 

E solo pochi giorni uno studio rivelava che mangiare salmone ricco di acidi grassi essenziali Omega 3 con regolarità potesse aiutare a prevenire lo sviluppo di allergie di ogni genere, adesso arriverebbe il contrordine dei nutrizionisti.

Assumere salmone tossico per le donne in gravidanza sarebbe molto pericoloso perché le sostanze tossiche che si accumulano nell’organismo vengono trasmesse al feto o al neonato attraverso il latte materno andando a causare problemi di salute al piccolo (tra cui autismo, sindromi da iperattività o deficit d’attenzione). Come comportarsi in tal caso di fronte a posizioni tanto opposte?

PREVENIRE LE ALLERGIE A TAVOLA MANGIANDO SALMONE

Per adesso il Governo norvegese ha consigliato di limitare il consumo di salmone a due porzioni a settimana, ma il NIFES (Norway’s National Institute of Nutrition and Seafood Research) ha subito replicato spiegando che si tratta di ricerche e dati ormai vecchi, risalenti al 2004 che non hanno nulla a che fare con gli attuali livelli di diossine e PCB contenuti nel salmone di allevamento.  

Qualche anno fa infatti i livelli di diossine erano tre volti più alti rispetto ai livelli attuali. 

Una situazione non facile per i consumatori anche italiani che spesso e volentieri portano sulle loro tavole proprio il salmone svedese.

Foto Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>