Proteggere il fegato grazie al tè rosso

di Vito Verna Commenta

Tè rosso africano, ricco di polifenoli, vitamine e minerali, per superare le abbuffate delle festività natalizie.

Le festività natalizie, parlando dal punto di vista culinario, avranno sicuramente lasciato il segno e, al rientro dalle vacanze, moltissimi di noi si sentiranno appesantiti dai grassi e dai dolci, gustati in questi giorni di relax e di riposo, tanto da tornare al lavoro fiacchi e svogliati.

Il problema delle abbuffate, dunque, si pone eccome e, aldilà della linea, coinvolge il nostro sentirsi bene nonché la nostra vita sociale.

E ADESSO, DOPO LE FESTE TUTTI A DIETA

Sarebbe comunque bene ricordare come, più che su ogni altra cosa, l’eccessiva ingestione di alimenti eccessivamente scorretti, dal punto di vista nutrizionale, incida sulla nostra salute, causando problemi, quali l’aumento del colesterolo nel sangue, solitamente di difficile risoluzione.

Certo è che, nonostante tutte queste precise indicazioni, rinunciare alla buona tavola, specialmente nel periodo natalizio, potrebbe essere davvero molto difficile e che, proprio per questo ed altri motivi, sarebbe bene cercare una strategia che aiuti il corpo a meglio affrontare, o in questo caso superare, le festività appena trascorse.

IL THÈ CON IL LATTE PERDE LE SUE PROPRIETÀ DIMAGRANTI

Ebbene la soluzione, assolutamente naturale e dunque priva di ogni qualsivoglia controindicazione, anzi da consigliare ad applicare quanto più possibile, viene dal Sud Africa e, in particolare, dal tè che si ricava dalle foglie del Rooibos, arbusto tipico dello Stato africano conosciuto anche con il nome di Red Bush o Aspalathus linearis, comunemente noto come tè rosso africano.

Solitamente consumato, secondo tradizione, con la sola aggiunta di poco zucchero e latte (sebbene la dolcezza intrinseca del prodotto non lo richieda), possiede numerosissime proprietà benefiche dovute alla presenza, proprio nelle foglie essiccate, di numerose sostanze nutrizionali delle più indicate per il buono e corretto funzionamento dell’organismo tra i quali si annoverano, in particolare, 25 differenti varianti di polifenoli oltre a magnesio, calcio, fosforo, ferro e vitamina C.

TÈ VERDE PREVIENE IL TUMORE AL POLMONE

Grazie a questa particolarissima composizione, dunque, il tè rosso africano ben si presta a proteggere l’organismo dall’accumulo di grassi, coadiuvando il fegato nella loro sintesi e nel loro successivo smaltimento, dunque favorendo una migliore e più corretta alimentazione, un più corretto funzionamento dell’intero organismo e, in particolare, del tratto digerente e di tutto il sistema digestivo, che riesce così, in maniera totalmente naturale, a meglio assorbire le sostanze nutritive di cui l’individuo necessità consentendo una più rapida ed efficace eliminazione delle dannose sostanze di scarto.

Anche oggi, o meglio a partire da oggi, per meglio superare la sensazione di pesantezza ed affaticamento dovuta alle festività nonché per meglio affrontare le prossime, sarebbe bene prendersi del tempo per gustare una buona e salutare tazza di tè rosso africano ricordando come, affinché garantisca l’effetto promesso, bisognerebbe berne almeno 6 tazze al dì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>