Prevenire le allergie a tavola mangiando pesce

di Fabiana Commenta

Secondo un recente studio svedese la prevenzione passa anche attraverso la tavola in tenera età

bambini-allegiaÈ possibile prevenire le malattie allergiche? Secondo un recente condotto dall’Università di Stoccolma in Svezia assolutamente sì e la prevenzione delle allergie passa dalla tavola e in tenera età mangiando regolarmente pesce, soprattutto salmone, molto ricco di Omega 3. 

Sono proprio gli Omega 3 che favoriscono il corretto sviluppo del sistema immunitario e lo studio lo ha confermato. La ricerca infatti si è svolta concentrandosi su 4100 bambini che sono stati seguiti dalla nascita fino agli otto anni: chi mangiava maggiori quantità di pesce anche più di una volta a settimana, mostrava di essere più protetto dal rischio di allergie future.

E secondo Andrea Poli, Direttore scientifico della Nutrition Foundation of Italy, l’effetto protettivo viene garantito proprio alla presenza degli acidi grassi Omega-3 e quindi di conseguenza a un consumo regolare di pesce.

Lo stesso studio ha dimostrato che non è emerso alcun risultato positivo a livello di protezione immunitaria se il consumo di pesce cominciava invece a 8 anni: insomma anche la tempistica sembra essere particolarmente importante, ulteriore conferma che le buone abitudini a tavola vanno assolutamente insegnate fin da piccoli per ottenere risultati concreti.

 PERCHÈ I BAMBINI SONO ALLERGICI

Gli omega 3 (utili anche per la protezione del sistema circolatorio e per la prevenzione delle malattie cardiovascolari), tra l’altro non sono contenuti solo nel salmone (che pure ne è ricchissimo), ma anche da altri tipi di pesce come sgombro, pesce spada, acciuga e trota: l’importante è variare. Gli esperti sottolineano anche l’effetto emulazione: se i piccoli vedono mangiare il pesce ai grandi, probabilmente saranno maggiormente invogliati a fare la stessa cosa: è sempre consigliabile usare un po’ di fantasia anche per poter presentare ai bambini dei piatti che risultino più invitanti. 

Il numero dei bambini allergici poi tende vertiginosamente ad aumentare: secondo gli ultimi dati diffusi il numero dei bambini che sviluppano qualche forma di allergia è in costante aumento e adesso si stima che il 30% dei bambini sia allergico.
Foto Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>