Pomodori e carote riducono il rischio di melanoma

di Fabiana Commenta

Uno studio tedesco spiega la correlazione fra l’assunzione di carotenoidi e protezione dal melanoma

pomodoro

È noto che i vegetali ricchi di carotenoidi svolgono un importante ruolo protettivo nei confronti della salute salvaguardando il fisico dalle malattie croniche (cancro o malattie cardiovascolari ad esempio).

Parliamo ad esempio di prodotti consumati soprattutto in estate, come pomodori, carote o albicocche, che si rivelano particolarmente preziosi durante la bella stagione visto che sono ricchi di sostanze che proteggono la pelle dagli effetti dannosi del sole. 

Licopene (di cui è ricchissimo il pomodoro) e betacarotene (è il caratteristico pigmento rosso e giallo di carote e albicocche) si concentrano sulla cute salvaguardandola dagli effetti dannosi delle radiazioni solari. 

A svelare l’inattesa correlazione fra carotenoidi e protezione della pelle è un recente studio tedesco già pubblicato sul Journal of Biomedical Optics.

POMODORO AIUTA A PREVENIRE LA DEPRESSIONE

In pratica i ricercatori hanno calcolato i livelli cutanei di licopene e di beta carotene di dieci persone sane: analizzando anche lo stile di vita e la dieta seguita è emerso che i carotenoidi cutanei risultavano più elevati durante l’estate e l’autunno, in relazione a un maggior consumo di frutta e verdura.

Allo stesso tempo se si presentavano situazioni stressanti, dal fumo all’alcol alla malattia, i livelli tendevano di nuovo a scendere molto velocemente anche a distanza di un solo giorno dall’evento stressante e risaliva solo qualche giorno dopo.

LA MIA PELLE SITO ONLINE DEL MINISTERO DELLA SALUTE CONTRO IL MELANOMA

Questo accade perché il betacarotene e altri carotenoidi svolgono nel nostro organismo diverse funzioni biologiche (ad esempio attività antiossidante o differenziamento cellulare): ecco perché lo stress tende a bruciarne rapidamente le riserve. 

Il betacarotene e il licopene poi svolgono un’azione di difesa dai raggi solari e di conseguenza riducono il rischio di melanoma visto che non solo neutralizzano i radicali liberi causati dai raggi UV, ma limitano anche i danni al Dna.

Tra l’altro lo studio ha anche confermato che i benefici dei carotenoidi vengono osservati soprattutto grazie a una dieta corretta e all’assunzione della giusta proporzione di vegetali: ciò significa che anche assumendo carotenoidi attraverso i supplementi i benefici non aumentano.

 

Foto Thinkstock

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>