Più cereali integrali meno grasso corporeo accumulato

di Luca Bruno Commenta

Mangiare più alimenti a base di cereali integrali contribuisce a ridurre il grasso corporeo negli anziani.

cereali2

Mangiare più alimenti a base di cereali integrali contribuisce a ridurre il grasso corporeo negli anziani. Questo sostiene un nuovo studio statunitense che comparirà nel numero di ottobre della rivista Journal of Nutrition.
La ricerca si è basata sull’esame delle abitudini alimentari – compreso il consumo di pane integrale, riso, popcorn ed altri cereali integrali, frutta e verdura – di 177 uomini e 257 donne, dell’età media di 68 anni.
Nel complesso, i partecipanti consumavano una quantità relativamente scarsa di cibi integrali, in media non più di una volta e mezza al giorno e per un apporto definitivo nel corso della giornata di fibre non superiore ai 18,6 grammi al giorno.

Misura quest’ultima inferiore a quanto consigliato dalle linee guida del Dipartimento dell’Agricoltura statunitense, che consiglia, per gli anziani, un consumo di almeno 21-30 grammi al giorno per circa due o tre volte.

Per i partecipanti allo studio, pane e cereali da consumare a colazione sono state le principali fonti di apporto di fibre, ed è risultato in generale che le donne sembrano più propense a consumarne in maggior quantità.

Dopo aver escluso dall’esame fattori che potevano influire sui dati, come i livelli di attività fisica, i ricercatori hanno rilevato che una maggiore assunzione di cereali integrali è stata associata con percentuali molto più basse di grasso, sia nel resto del corpo sia nella zona addominale.

Le persone che hanno consumato maggiori quantità di cereali integrali risultavano avere il grasso corporeo totale inferiore al 2,4%, e grasso addominale inferiore del 3,6% rispetto a coloro che ne mangiavano meno.

Questa differenza è risultata essere correlata specialmente all’assunzione di fibre e non a frutta e verdura.

Prendendo infatti solo in considerazione l’apporto delle fibre cereali, il risultato è stato di una riduzione generale del 3,6% di grasso corporeo totale e del 5% in meno di quello addominale.

Gli autori dello studio hanno affermato che sono necessarie ulteriori ricerche per saperne di più su come gli alimenti integrali svolgono questa funzione di regolazione dell’energia accumulata e come i diversi tipi di fibre incidono sulla distribuzione del grasso corporeo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>