No al caffè dopo un pranzo abbondante

di Elena Botta Commenta

Se pensate di digerire dopo un pranzo pantagruelico grazie ad una tazzina di caffè, state sbagliando di grosso perchè la caffeina pregiudica la digestione degli zuccheri.

caffè

Diverse volte abbiamo parlato delle proprietà benefiche del caffè, come la proprietà di prevenire l’ictus, e di proteggere il cavo orale da possibili tumori.
Il caffè però fa anche male se assunto in grandi quantità e ad esempio è nemico della fertilità femminile e della digestione.
Infatti se pensate di digerire dopo un pranzo pantagruelico grazie ad una tazzina di caffè, state sbagliando di grosso perchè la caffeina pregiudica la digestione degli zuccheri.



Soprattutto se facciamo un pasto in un fast food, i livelli di zucchero nel sangue si alzano vertiginosamente e la curva glicemica si impenna del doppio quando si aggiunge anche un caffè alla fine, arrivando ai livelli delle persone diabetiche.
Questo perchè i grassi saturi interferiscono con la capacità del corpo di eliminare gli zuccheri dal sangue, che, se combinati con il caffè, rimangono troppo a lungo nel sangue.
E lo zucchero che rimane troppo a lungo nel sangue ha un impatto devastante sugli organi; infatti gli effetti di un pasto ricco di grassi saturi possono durare per ora nell’organismo.
E così i grassi e la caffeina interrompono le comunicazioni tra lo stomaco e il pancreas, che è responsabile della produzione degli ormoni che regolano il metabolismo degli zuccheri, impedendo l’abbassamento del livello di glucosio nel sangue.
Quindi è importante che dopo un pranzo ricco di grassi non darsi il colpo finale con una tazzina di caffè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>