L’obesità potrebbe causare le recidive del cancro al seno

di Vito Verna Commenta

Le donne, in particolar modo e stando a quanto recentemente appurato dai ricercatori del Montefiore Medical Center di New York, negli Stati Uniti d'America, avrebbero però una motivazione in più per scegliere di restare il più possibile normopeso.

L'obesità potrebbe causare le recidive del cancro al seno

Che l’obesità sia un chiaro fattore di rischio per lo sviluppo delle più differenti patologie, dal diabete alle malattie cardiache, dall’ipertensione ai tumori, dovrebbe ormai essere diventato un concetto talmente chiaro da indurre chiunque sia obeso, o semplicemente sovrappeso, a decidere di nutrirsi in maniera decisamente più corretta, nonché a svolgere maggiore attività fisica, così da dimagrire nel minor tempo possibile e con il maggior beneficio possibile.

SCOPERTO IL MECCANISMO ANTITUMORALE DELL’ASPIRINA

Le donne, in particolar modo e stando a quanto recentemente appurato dai ricercatori del Montefiore Medical Center di New York, negli Stati Uniti d’America, avrebbero però una motivazione in più per scegliere di restare il più possibile normopeso.

ASPIRINA RIDUCE RISCHIO TUMORE AL SENO

Questa motivazione, tragica quanto ipotizzabile, sarebbe quella che l’obesità potrebbe essere un fattore di rischio anche per le recidive del cancro del seno che, pur sconfitto in un primo momento, potrebbe tranquillamente, e con estrema facilità, ripresentarsi nel caso in cui la donna, già in passato affetta da una qualsiasi patologia neoplastica afferente il seno, sia sempre stata, oppure sia diventata, obesa.

ASPIRINA UTILE CONTRO I TUMORI

Colpa, stando a quanto dichiarato dal responsabile del programma di ricerca oggi alla nostra attenzione Joseph Sparano, dell’infiammazione dei tessuti dovuta al repentino aumento del peso corporeo che, unitamente ai cambiamenti ormonali tipicamente femminili, aumenterebbero le probabilità che un qualsiasi tumore del seno, specie se positivo ai recettori degli ormoni, possa ripresentarsi in qualsiasi momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>