Le dieci regole per una dieta sostenibile

di Vito Verna Commenta

No alla dieta last minute fai da te a favore di una più corretta alimentazione che possa altresì fungere da dieta, ovverosia da regime alimentare, corretta, equilibrata e sostenibile.

Le dieci regole per una dieta sostenibile

No alla dieta last minute fai da te, inutile se non addirittura pericolosa, a favore di una più corretta alimentazione, da applicarsi quotidianamente per tutta la durata della propria vita, che possa altresì fungere da dieta, ovverosia da regime alimentare, corretta, equilibrata e sostenibile.

PER DIMAGRIRE BASTA FARE ATTIVITA’ FISICA

A sostenerlo è l’ANDID, ovverosia l’Associazione Nazionale Dietisti, che in occasione del proprio annuale convegno, in corso di svolgimento a Verona, lancerebbe l’appello a tutti i cittadini italiani che desidereranno raccoglierlo ed applicarlo sin da oggi.

FAST FOOD DANNOSO ANCHE PER LA PSICHE

Rebus sic stantibus, dunque, l’ANDID terrebbe a ricordare a tutti gli italiani le dieci regole per una dieta sostenibile che, contrariamente a quanto si potrebbe comunemente credere, non potrebbe prescindere dal concetto, fondamentale ma fin troppo spesso dimenticato, che un qualsiasi regime alimentare, al fine di essere equilibrato e salutare, dovrebbe prevedere l’assunzione, senz’alcuna rinuncia purché si applichino le dovute precauzioni e limitazioni, di qualsiasi alimento si desideri gustare.

SOLITUDINE E DEPRESSIONE POTREBBERO ESSERE FENOMENI CORRELATI

LE DIECI REGOLE PER UNA DIETA SOSTENIBILE

1 – Evitare di saltare i pasti che, nella migliore delle ipotesi, dovrebbero essere non meno di 5 da distribuirsi nell’arco dell’intera giornata

2 – Consumare ad ogni pasto una porzione abbondante di verdura, preferibilmente fresca, ed una discreta porzione di carboidrati, preferibilmente integrali

3 – Consumare la propria porzione di frutta quotidiana esclusivamente durante lo spuntino di metà mattina o la merenda di metà pomeriggio

4 – Evitare di consumare formaggi quotidianamente bensì limitarne l’assunzione a soli 2 – 3 pasti settimanali

5 – Consumare una porzione di pesce nel corso di almeno 2 pasti settimanali

6 – Consumare un piatto unico nel corso di almeno 2 – 3 pasti settimanali

7 – Preferire i condimenti vegetali ai condimenti animali

8 –  Evitare di assumere, nel corso del medesimo pasto, due o più porzioni di carboidrati piuttosto che due o più porzioni di proteine

9 – Consumare i dolci, sempre con la dovuta moderazione, esclusivamente durante la colazione

10 – Consumare almeno 2 litri d’acqua (naturale e non frizzante) ogni giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>