Frutta e insalata per smaltire le abbuffate fine anno

di Fabiana Commenta

La dieta di compenso da seguire in alcuni giorni precisi per smaltire le abbuffate di fine anno, senza rinunciare alla convivialità

Con l’avvicinarsi del Natale e delle feste di fine anno il pericolo di mettere su qualche chilo è dietro l’angolo. La classiche abbuffate, fra cene e pranzi, cibi grassi, dolci e alcool, possono pregiudicare la forma fisica, lasciarci appesantiti e causare fastidiosi disturbi da carattere gastrointestinale.

Considerando che in realtà qualche piccola trasgressione è concessa, anche se un corretto regime alimentare andrebbe mantenuto per tutto l’anno, è consigliabile fare attenzione a non eccedere con l’alcool (soprattutto se dobbiamo guidare) considerando anche che un bicchiere di vino rosso o bianco contiene circa 100 calorie.

E per smaltire l’eccesso di cibo naturalmente è sempre consigliabile fare una bella passeggiata per poter bruciare calorie.

DIETA DIMAGRANTE PRIMA DI NATALE

Per regolarsi però si può sempre ricorrere a una dieta di compenso in alcuni giorni per potersi depurare prima e dopo le abbuffate delle feste.

Secondo il professor Pietro Migliaccio, nutrizionista, la dieta di compenso andrebbe seguita in alcuni giorni particolari, vale a dire il 22 dicembre, il 24 (solo a pranzo), il 27 e il 29, dicembre, il 2, il 4 e il 7 gennaio.

In che cosa consiste la dieta di compenso? A colazione vanno consumati 100 grammi di latte parzialmente scremato, caffè (con un cucchiaino di zucchero) o uno yogurt magro o alla frutta, una fetta biscottata o un biscotto. A metà mattinata è previsto uno spuntino con una mela, una pera o un kiwi.

 

Per pranzo pesce e verdure o carne e verdure: bene ottanta grammi di tonno sgocciolato in scatoletta, insalata, fagiolini o bieta. Se preferite la carne potete sostituire il pesce con un hamburger da 100 grammi, zucchine, insalata o fagiolini, conditi con un cucchiaio d’olio. Un’arancia, una pera o un kiwi come spuntino pomeridiano.
E per la sera vanno consumati 130 grammi di petto di pollo la stessa quantità di pesce, abbinata a insalata, cicoria o zucchine condite con un cucchiaio d’olio. Concessi anche quaranta grammi di pane.
E per rimediare, il giorno successivo alla classica abbuffata è possibile mangiare mezzo chilo di frutta al giorno o in alternativa molta insalata.

Foto Thinkstock

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>