Due caffè riducono la stanchezza alla guida

di Fabiana Commenta

La caffeina aiuta a mantenere alti i livelli di concentrazione e attenzione alla guida

caffèLa stanchezza alla guida può colpire indistintamente tutti e in ogni periodo dell’anno e proprio durante i giorni dell’esodo estivo, gli esperti divulgano una serie di consigli per poter affrontare in tutta sicurezza il viaggio prima di mettersi al volante.

 

Un indiscutibile aiuto arriverebbe anche dal caffè.

Secondo un recente studio pubblicato sull’European Food Safety Authority (EFSA) bere due caffè aiuta a contrastare la stanchezza e ad aumentare la concentrazione favorendo anche l’attenzione alla guida. 

I ricercatori parlano di 75 mg di caffeina, pari praticamente in due espressi ristretti e o in una tazza di media grandezza di caffè moka: insomma se siete stanchi, prima di mettervi alla guida è sufficiente riposarsi anche solo 30 minuti, bere un caffè e mettersi al volente guidando sempre con prudenza.

Secondo gli esperti la caffeina aiuta ad aumentare i livelli di attenzione e di concentrazione per cui bere un caffè equivarrebbe a recuperare 30 minuti di sonno e senza che la qualità del sonno successivo possa essere in alcun modo alterata.

Tenete anche presente che in ogni caso è necessario alleviare la stanchezza concedendosi almeno due ogni due ore una pausa dalla guida e magari gustare un altro buon caffè, che è stato anche “promosso” come antidepressivo da un recente studio che ha messo in evidenza come riesca a favorire il buonumore.

BERE CAFFÈ FAVORISCE IL BUONUMORE

La stanchezza alla guida rappresenta una delle cause maggiori (il 20%) dell’1.3 milioni di incidenti stradali che si verificano annualmente e che causano oltre 3 milioni di feriti.

Secondo gli esperti però non è neppure il caso di esagerare con la caffeina che, se assunta in quantità eccessive potrebbe avere il risultato provocare reazioni opposte e rendere fin troppo nervosi e suscettibili al volente.

Assolutamente consigliato invece il riposo prima di partire, così come mangiare moderatamente senza stare a stomaco vuoto, ma senza neppure partire troppo sazi.

 

 

 

Foto Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>