Dieta per gli studenti della maturità

di Fabiana Commenta

La corretta alimentazione per affrontare al meglio gli esami di maturità

studentiAncora pochi giorni e migliaia di ragazzi italiani saranno alle prese con gli esami di maturità: stress e tensione sono un agguato, ma per affrontare al meglio questo periodo è anche possibile ricevere un aiuto naturale dall’alimentazione. 

Se pensare che bere caffè in abbondanza possa aiutare ad affrontare meglio gli esami, sbagliate di grosso visto che il caffè è un eccitante e abusarne crea esattamente l’effetto opposto scatenando depressione.

 

È uno dei consigli che arrivano dal nutrizionista Giorgio Calabrese che ha stilato per Skuola.net la cosiddetta dieta del maturando.

È importante imparare a studiare con lo snack: è consigliato fare dei regolari break dallo studio sia a metà mattinata sia nel pomeriggio. Quando si studia il cervello brucia zuccheri e mangiare snack ricchi di grano, mais, farro, orzo e segale lo aiuta a reintegrare.

 

Mai saltare la prima colazione che rappresenta un pasto fondamentale prima di cominciare a studiare.

Non dimenticare la “colazione dello studente”: è consigliato un bicchiere di latte, fette biscottate con la marmellata, miele, frutta o succo di frutta o spremuta.

Cercare di riaprire lo stomaco chiuso: spesso la tensione può far perdere facilmente appetito. Per riaprire lo stomaco è consigliabile bere una spremuta di arancia o un succo di frutta.

 FERRO E ZINCO PER GLI ESAMI DI MATURITA’

Mangiare gelato per appagare il palato: non solo cibi nutrienti, ma che appagano il palato. Parliamo ovviamente del gelato meglio se alla frutta che disseta, è rinfrescante e fornisce l’energia necessaria per studiare.

Mangiare, ma senza ingrassare: molti ragazzi mangiano di continuo per tenere a bada lo stress. Attenzione a quel che si mangia per evitare di ritrovarsi con qualche chilo in più: promossi latte e cereali o in ogni caso qualcosa di poco calorico.

Non abusare del caffé. 

 

L’alimentazione del giorno dell’esame è particolarmente importante: mai dimenticare l’acqua che migliora la reattività del cervello, ma è anche possibile integrare con tè o caffè.

Non dimenticare di mangiare il giorno dell’esame: alle 10:30 e alle 12:00 si possono mangiare snack ai cereali o al latte che sono energetici, ma leggeri.

Sì al movimento perché l’attività sportiva attiva la tiroide e brucia i grassi in eccesso aiutando anche il cervello a lavorare meglio.

 

 

 

Foto Thinkstock

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>