Dieta DASH contro l’ipertensione e colesterolo alto

di Fabiana Commenta

La dieta DASH mira al benessere totale dell’organismo

La dieta Dukan del francese Pierre Dukan è diventata in poco tempo la dieta più in voga del momento: seguita anche dalle celebrities promette di perdere peso velocemente, ma resta una dieta iperproteica non esente da critiche visto che ripercussioni che a lungo termine può avere sulla salute dell’individuo.

Ma il successo della dieta Dukan potrebbe essere presto eclissato dalla dieta DASH che sta già spopolando all’estero e che è tutta mirata non solo al dimagrimento, ma anche al benessere generale dell’organismo e alla prevenzione di importanti disturbi.

DASH sta per Dietary Approach to Stop Hypertension e si tratta di una dieta appositamente studiata per tenere a bada la pressione alta, il colesterolo e tutti i fattori di rischio delle malattie cardiovascolari, compreso il soprappeso.

 

Insomma può anche non essere considerata una vera e propria dieta, ma un regime alimentare che si basa su una reale rieducazione. La dieta DASH si basa su un tipo di alimentazione abbastanza simile alla dieta mediterranea e prevede il largo consumo di frutta e verdura, latte e derivati magri, carne bianca, pesce, cereali integrali, legumi, ma anche la temutissima frutta secca.

 DIETA DUKAN VERSIONE ANTICELLULITE

Va invece diminuito il consumo di carne rossa, dolci, bevande zuccherate e alcolici. In questo modo vengono tenuti sotto controllo sia la la pressione alta, sia il colesterolo LDL, considerato quello “cattivo”. Per seguire la dieta DASH è necessario scegliere soprattutto gli alimenti freschi e iposodici, con poco sale, le cotture semplici e sane (ad esempio al vapore). 

Le calorie quotidiane possono invece variare a seconda dell’età e del sesso ma un regime quotidiano di 1600/1800 kcal è indicato per dimagrire e per evitare il successivo effetto yo yo tipico di molte diete.

Sono previsti 5 pasti al giorno (in modo da sentirsi sempre sazi) da consumarsi 6 porzioni di cereali (di cui almeno 3 integrali), 4 di verdura, 4 di frutta, 2 di pesce e carne (meglio se bianca), 2 di latticini magri, 2 cucchiaini di grassi e 3 porzioni di frutta secca, semi e legumi alla settimana.

RISCHI LEGATI DIETA 5:2 INGLESE

Regola base della dieta DASH è infatti la diminuzione della dose giornaliera di sodio a circa 1,500 mg, con un massimo consentito di 2,300 mg: in questo modo è realmente possibile contrastare l’ipertensione e abbassare la pressione nell’arco di due settimane. Per diminuire l’apporto di sale è necessario però non solo diminuire il condimento, ma anche evitare gli alimenti conservati o trattati o stagionati: è meglio scegliere gli alimenti freschi, evitare cibi conservati e privilegiare le spezie alle salse e al sale.

Per dimagrire è necessario eliminare gli alcolici, mentre i dolci possono essere sostituiti con quelli meno calorici privilegiando yogurt e frutta fresca o secca. È anche importante diminuire gradualmente le porzioni in modo tale da non rallentare il metabolismo. Molto importante per dimagrire anche associare 30 minuti di attività fisica al giorno. 

Foto Thinkstock

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>