Dieta a base di cioccolato per dimagrire

di Vito Verna Commenta

Quest'ultimo sarebbe infatti in grado, per motivi purtroppo ancora ignoti, di far dimagrire coloro i quali ne consumerebbero in grandissime quantità.

Dieta a base di cioccolato per dimagrire

Controllo della pressione sanguigna, regolazione dei livelli di insulina nonché, naturalmente, riduzione della quantità di colesterolo LDL presente nei vasi sanguigni dell’organismo.

MISURARE LA GLICEMIA NELLA SALIVA

Queste, come forse qualcuno già saprà, sarebbero alcune delle benefiche proprietà del cioccolato, in particolare del cioccolato fondente, che dopo essere stato a lungo demonizzato, poiché erroneamente considerato quale inutile alimento ipercalorico, verrebbe ora rivalutato da nutrizionisti, cardiologi ed esperti di tutto il mondo perché, tutto sommato, potrebbe non essere così lesivo della salute umana.

DIFETTI GENETICI ALL’ORIGINE DELL’OBESITA’

Vi sarebbe, però, un di più che, sicuramente, farà in questa sede la felicità di quanti amino gustare, senz’alcuna preoccupazione o senso di colpa, una buona e bella porzione di cioccolato.

20 MILIONI DI ITALIANI OBESI NEL 2025

Quest’ultimo, stando alle approfondite ed interessantissime sperimentazioni cliniche recentemente condotte da un team di dietologi dell’Università di San Diego, in California, sarebbe infatti in grado, per motivi purtroppo ancora ignoti, di far dimagrire coloro i quali ne consumerebbero in grandissime quantità.

L’indagine, condotta sulle abitudini alimentari nonché sulla frequenza e l’intensità di svolgimento di una qualsiasi attività fisica di un campione di 1.018 uomini e donne, di età compresa tra i 20 e gli 80 anni, in perfette condizioni di salute e senz’alcuna sorta di problema metabolico o cardiovascolare, avrebbe lasciato chiaramente emergere come i consumatori “patologici” di cioccolato (indifferentemente bianco, al latte, o fondente) abbiamo, a parità di attività fisica, un Indice di Massa Corporea decisamente inferiore agli occasionali consumatori di cioccolato.

La spiegazione più plausibile, sebbene assolutamente non definitiva, individuata dai ricercatori statunitensi sarebbe quella che il cioccolato, come orma da diverso tempo sospettato, possa svolgere una benefica azione di regolazione del sistema metabolico dell’organismo grazie alla riduzione del rischio di contrazione della sindrome metabolica che, in taluni soggetti, si esprimerebbe grazie ad una riduzione dell’Indice di Massa Corporea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>