Cetrioli killer contagi in tutta Europa

di Elena Botta Commenta

In questi giorni, questo batterio sta terrorizzando la Germania e gran parte dell'Europa, in quanto ha già causato la morte di dieci persone per diarrea emorragica ed insufficienza renale e altre 467 persone sono ricoverate con la stessa sindrome nelle vicinanze di Amburgo.

minty-e-coli

In questi giorni si sente parlare di escherichia coli un insieme di batteri di varia natura che possono essere innocui o portare episodi di diarrea molto forte, vomito (come se si trattasse di gastroenteriti virali, con cui spesso la si confonde) e polmonite.
In questi giorni, questo batterio sta terrorizzando la Germania e gran parte dell’Europa, in quanto ha già causato la morte di dieci persone per diarrea emorragica ed insufficienza renale e altre 467 persone sono ricoverate con la stessa sindrome nelle vicinanze di Amburgo.



Attualmente però sono stati riscontrati altre centinaia di casi sospetti in Olanda, Svizzera, Svezia, Gran Bretagna, Repubblica Ceca e nella vicina Austria.
Si è visto però che le persone che ne sono state colpite in Germania, hanno in comune il passaggio nella zona più colpita, nei pressi di Amburgo.
Il ministro per la salute italiana Ferruccio Fazio ha appena dichiarato che il nostro paese è attualmente in contatto con la Commissione Europea e che i Nas stanno effettuando indagini a tappeto su tutto il territorio, per evitare importazioni di vegetali infetti.
La tossina killer, lo ricordiamo, si è introdotta nella partita di cetrioli, nati in Spagna e venduti in Germania, provocando diverse infezioni di escherichia coli, che, in alcuni casi hanno portato la morte dei soggetti infetti.
Sembrerebbe infatti che la tossina killer si sia sviluppata nelle serre ecologiche di Almeria ,di cetrioli che poi sono stati esportati in Germania e venduti al mercato di Amburgo.
La crisi del cetriolo sta colpendo tutto il continente in quanto non vi sono ancora certezze sul focolaio di partenza, ma il ministro Fazio consiglia di consumare ortaggi di provenienza italiana perchè sicuri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>