Baby food meglio della frutta fresca

di Vito Verna 1

I pesticidi contenuti nella frutta fresca, secondo i pediatri italiani, sarebbero eccessivi e potenzialmente dannosi per la salute dei neonati,

Capita molto spesso, in maniera del tutto naturale e spontanea, che lo svezzamento del neonato, a partire solitamente dal 6° mese di vita nel caso in cui il piccolo sia allattato al seno senza alcun problema, con della frutta fresca preparata artigianalmente dalla madre.

La soluzione, come si può leggere su blog e forum più o meno specialistici, è tra le preferite giacché consente al neonato di avere, sin dalle primissime fasi, un’alimentazione sana, genuina, equilibrata e, soprattutto, priva dei conservanti e delle altre sostanze industriali presenti nei baby food quali omogeneizzati e simili.

ALLATTAMENTO ARTIFICIALE

Questa convinzione, però, potrebbe rivelarsi profondamente errata giacché, grazie ad un depliant divulgativo, la Federazione Italiana dei Medici Pediatri (FIMP) avrebbe informato come la frutta fresca sia decisamente meno sicura e salutare dei prodotti confezionati industrialmente giacché conterrebbe, secondo le ultime statistiche in merito, elevatissime quantità di pesticidi residui rilevati, in questi ultimi anni, in circa il 50% dei prodotti commercializzati.

IL LATTE MATERNO FA DIVENTARE PIÙ INTELLIGENTI

Come a dire, detto in parole semplici, che una mela su due, secondo i pediatri italiani, conterrebbe quantità di pesticidi elevate che, sebbene per l’adulto non costituiscano motivo di rischio, sarebbero dannosi per l’organismo in formazione dei neonati.

I dati riportati nel succitato depliant, confermano i pediatri della FIMP, sarebbero ufficiali e dunque da tenere in grandissima considerazione per evitare di arrecare danni al nostro piccolo.

Commenti (1)

  1. comprate frutta biologica solo per il vostro piccolo, costa di più o meno come il vasetto di omogeinizzato credo ( ma non ho controllato ) però almeno e’ frutta fresca …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>