Asparagi depurano il fegato dall’alcool

di Fabiana Commenta

Mangiare asparagi aiuta il fegato a smaltire le tossine dell’alcool

In previsione di qualche bicchiere in più in occasione del veglione del Capodanno il rischio di fronteggiare il Primo dell’anno con fastidiosi postumi da sbornia è sempre in agguato.

Ma per prevenire gli effetti negativi dell’alcool è possibile optare per rimedi naturali. Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Food Science e condotto dai ricercatori della Jeju National University il rimedio antisbronza più efficace consiste nel consumare gli asparagi.

Proprio gli asparagi avrebbero invidiabili proprietà antinfiammatorie, diuretiche e depurative e proteggerebbero il fegato dal superlavoro cui è sottoposto durante le feste quando il consumo di alcolici e superalcolici è superiore rispetto al solito.

A proteggere il fegato ci penserebbero i sali minerali e gli amminoacidi di cui gli asparagi sono ricchi per poter aiutare il fegato ad eliminare le scorie e le tossine dell’alcol in eccesso.

 

ASPARAGI ABBASSANO GLI ZUCCHERI NEL SANGUE

 

Ovviamente gli asparagi possono solo tutelare parzialmente il fegato anche se il consiglio è sempre lo stesso e cioè di non esagerare con le bevande ad alta gradazione che vanno assunte sempre con una certa moderazione durante tutto il corso dell’anno.

Lo studio è stato condotto su cellule umane e animali di fegato già intossicate dall’alcool e i ricercatori le avrebbero curate con efficacia tramite gli estratti bioattivi di foglie e germogli di asparago.

CEROTTI E PASTICCHE PER CURARE UNA SBORNIA?

Insomma un po’ di asparagi mangiati in occasione del cenone di fine anno, soddisferebbero il palato, ma aiuterebbero concretamente a smaltire un bicchiere di troppo, anche meglio dei rimedi tanto pubblicizzati oltreoceano come i miracolosi cerotti.

Foto Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>